Rischia la poltrona Sam Wilson, ministro dell'ambiente nell'Irlanda del Nord: vieta la campagna anti CO2

Per Sam Wilson Ministro dell'Ambiente dell'Irlanda del Nord non è colpa dei comportamenti umani se c'è un cambiamento climatico e pertanto ha ritenuto opportuno vietare la campagna Act on CO2 voluta invece dal Governo britannico. Ora, per questa sua posizione rischia la poltrona, poichè da più parti vengono richieste le sue dimissioni.

Lui, intanto fa sapere che non ha alcuna intenzione di lasciare il suo posto di Ministro, perchè, non ci vede niente di strano nell'aver preso una decisione del genere.

Nigel Dodds, ministro dell'economia e suo collega di partito ha detto che non crede che il Ministro Wilson si debba dimettere solo per aver deciso di bloccare la messa in onda di uno spot del Governo britannico sui cambiamenti climatici. La campagna televisiva, infatti, sollecita la gente a ridurre il consumo di energia e a ridurre le emissioni di CO2.

Gli spot che sarebbero dovuti andare in onda sulla Ulster Television, consigliavano al pubblico ad esempio di cambiare le lampadine e di spegnere lo stand-by della Tv, cose che se fatte avrebbero contribuito a non "distruggere il mondo".

Ma il Ministro Wilson si è opposto dicendo che non avrebbe permesso una "nuova insidiosa campagna di propaganda" e che nessun comportamento deve essere inposto al popolo dell'Irlanda del Nord.

Ha rilevato Dodds, se non altro:

Sammy ha provocato un dibattito.

Per il Ministro Wilson i cambiamenti climatici non sono causati dall'uomo ma fanno parte di un mutamento del clima più complesso e il messaggio degli spot, secondo lui sarebbe fuorviante. E' daccordo però su una campagna per il risparmio energetico purché non la si leghi appunto al riscaldamento globale.

Via | The Guardian, Il Foglio, Belfast Telegraph

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: