La selezione naturale al lavoro: le lucertole iniziano a sfuggire agli attacchi delle formiche di fuoco

formicaGli scienziati della Penn State University hanno scoperto che una specie di lucertola nativa degli Stati Uniti sud-orientali sta modificando il proprio comportamento e la forma del proprio corpo per rispondere agli attacchi, potenzialmente letali, sferrati dalle formiche di fuoco.

Le formiche di fuoco sono delle voraci formiche sudamericane introdotte accidentalmente dall’uomo negli Stati Uniti durante gli anni ’30. Queste formiche attaccano in massa qualunque cosa disturbi i loro nidi iniettando un veleno neuromuscolare che paralizza e uccide il malcapitato in breve tempo.

E’ stato osservato che 12 formiche sono in grado di uccidere una lucertola in meno di un minuto e grossi gruppi sono in grado di mangiare animali grandi come un vitello.

Gli esperimenti condotti dai ricercatori della Penn State hanno comparato le misure corporee e le risposte alle aggressioni di quattro popolazioni di lucertole, delle quali una proveniente da un’area non invasa dalle formiche e le altre da aree invase rispettivamente 23, 54 e 68 anni fa.

Da questi esperimenti hanno scoperto che, non solo le lucertole provenienti dalle aree invase più anticamente hanno imparato a fuggire più prontamente da un’aggressione delle formiche, ma anche che la lunghezza delle zampe posteriori delle lucertole (più sono lunghe le zampe posteriori e più una lucertola è in grado di correre velocemente) è proporzionale all’antichità dell’invasione.

Questi risultati rappresentano un esempio perfetto di quanto abbiamo visto giorni fa parlando di Charles Darwin. Infatti, è molto chiaro il meccanismo in base al quale una pressione esercitata dall’ambiente (in questo caso la predazione da parte delle formiche di fuoco) abbia selezionato gli individui più adatti (in questo caso le lucertole con le zampe più lunghe e più pronti alla fuga) favorendone la sopravvivenza.

Inoltre, questa ricerca ha posto delle importanti basi per la pianificazione di efficienti piani volti a fronteggiare l’invasione delle formiche di fuoco. Piani particolarmente urgenti, visto che le formiche di fuoco richiedono ogni anno negli Stati Uniti spese per 755 milioni di dollari tra spese mediche e danni all’agricoltura e al bestiame.

Questa urgenza ha spinto importanti organizzazioni come la Eppley Foundation, la National Geographic Society e l’American Museum of Natural History a finanziare la ricerca senza timore di aver sprecato risorse, in barba a quanto sosterrebbe il Giornale.

Via | sciencedaily.com
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: