Taranto, per le emissioni di diossine, raggiunto l'accordo tra Ilva, Regione Puglia e Governo

Nichi Vendola Non sappiamo ancora cosa ne pensano i comitati cittadini, intanto a Palazzo Chigi è stato raggiunto l'accordo sulla diminuzione delle emissioni di diossine dell'Ilva di Taranto (della bonifica del territorio ancora non se ne parla, però).

Salvi, come d'altronde aveva più volte richiesto Nichi Vendola Presidente della Regione Puglia, 20mila posti di lavoro a patto che l'Ilva costruisca un depuratore, mentre la Regione lo attenderà fino al 30 giugno (anzicché al primo aprile) , data in cui entrerà in vigore il limite di 2,5 nanogrammi per metrocubo. Entro il 30 dicembre, l'Ilva presenterà uno studio di fattibilità sia al Ministero dell'Ambiente sia alla Regione Puglia per adeguare i valori entro il 31 dicembre 2010 al limite di 0,4 nanogrammi per metrocubo.

Ha detto il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola:

Su una cosa non abbiamo ceduto: il punto di arrivo della legge regionale. È stato confermato il rispetto alla legge anti-diossine.

Via | La gazzetta del mezzogiorno
Foto | sitoaurora

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: