Parte da Firenze la lotta al cinipide del castagno

Cinipide galligeno: una task force per difendere i castagni italiani. Foto di it1315922Il cinipide galligeno del castagno (Dryocosmus kuriphilus) è un imenottero originario della Cina e che si è diffuso anche in Giappone e Stati Uniti. Il cinipide produce delle galle nelle piante attaccate il che porta a notevoli danni , in massima parte economici, soprattutto se riguarda i frutti o nuovi germogli.

Per fare il punto sulla questione e sulla più corretta modalità di lotta lunedì 20 aprile si è svolto il Convegno nazionale sul cinipide galligeno del castagno, un incontro di studiosi e personale del settore. Diverse le regioni interessate dal problema tra cui Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio, Toscana, Sardegna.

Dal convegno partiranno delle attività volte ad aumentare le attività di monitoraggio, ricerca e controllo nei confronti di questo patogeno. Al momento la difesa biologica sembra essere una delle migliori armi a disposizione grazie all'utilizzo del Torymus sinensis.

L'utilizzo di questo parassitoide è già realtà in provincia di Cuneo, in cui si stanno notando i primi risultati dopo che, nel 2007 il Torymus è riuscito ad insediarsi. Il suo utilizzo rimane comunque monitorato poichè si teme che, nonostante sia monofago, possa attaccare altri cinipedi delle querce alterando gli equilibri naturali.

Via | Arsia, Agricoltura italiana online
Foto | it1315922

  • shares
  • Mail