Rischio di scomparsa per il pomodoro sardo


Il pomodoro sardo rischia di scomparire. Abbiamo già parlato della Tuta absoluta, la piccola farfalla che mette a rischio le coltivazioni di solanacee, ma ora sembra che l’”oro rosso” dell’isola sia addirittura a rischio sopravvivenza.

La farfalla, originaria del sudamerica, sarebbe arrivata in Sardegna attraverso la Spagna, probabilmente insieme a frutta e verdure importate. L’allarme è arrivato dalle serre di tutta la Sardegna, in particolare nel sud, da Pula, Capoterra, Assemini, Uta e Decimoputzu, e per questo ora la Regione sarda sta cercando di correre ai ripari.

In Spagna, i tentativi di utilizzare trappole e reti hanno portato risultati scarsi, tanto è vero che i finanziamenti dell’Unione Europea sono serviti soprattutto a risarcire i coltivatori iberici. E in questo caso probabilmente non sarà molto diverso, visto che molti comuni hanno già chiesto lo stato di calamità naturale e altri probabilmente seguiranno nei prossimi giorni.

Il pericolo è che in Sardegna non vengano danneggiate solo le colture di pomodoro da serra ma anche quelle per la produzione industriale, che rappresenta un’importante risorsa economica in alcune zone dell’isola. Una prospettiva che dimostra, per l’ennesima volta, le disastrose conseguenze economiche dell’invasione di specie alloctone sul territorio.

Via | Unione Sarda
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail