L'anno dopo

tsunami

Esattamente un anno fa 11 paesi dell’Oceano Indiano venivano investiti da uno tsunami di proporzioni bibliche. 230.000 fra morti e dispersi e quasi 2 milioni di sfollati.
Oggi è la giornata della memoria. Sulle spiagge un po’ ovunque si stanno svolgendo le cerimonie di commemorazione.


:: Le notizie dalla rete

» Su Bbc un articolo su uno studio dell’Icun che dimostra che laddove le foreste di mangrovie erano intatte le vittime sono state più contenute

» Prevenzione: siamo pronti per un nuovo tsunami? Un articolo sull’Independent del sottosegretario agli affari umanitari dell’Onu, Jan Egeland

:: Ricostruzione

» Come sono stati spesi i 50 milioni di euro raccolti con gli sms l’anno scorso in Italia? Leggetelo su Lettera 22

» Un anno di duro lavoro per Medici senza frontiere. Il rapporto su quanto è stato fatto è on-line

» All’indomani della catastrofe l’Unicef aveva inviato 2 milioni di euro nei paesi colpiti. Secondo l’agenzia dell’Onu i bambini cominciano a riprendersi dal trauma subito

» L’anno scorso il Cesvi aveva detto che avrebbe lavorato nel Tamil Nadu in India. Assistere per sei mesi 5.000 famiglie sfollate (30.000 persone) era l'impegno che il Cesvi aveva assunto. Qui l’andamento del progetto

» Save the Children snocciola i dati del suo operato


:: Sistema antitsunami

Dopo le petizioni di principio, i paesi dell’Oceano Indiano sono rimasti senza un sistema di allarme antitsunami. Gli altissimi costi e le difficoltà politiche hanno spostato almeno al 2008 la data in cui il complesso sistema di rilevamento potrebbe essere pronto.


:: Da Ecoblog

» Un anno di notizie sul nostro blog

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: