Bandito il Furadan, il pesticida che uccide i leoni del Kenya

In Kenya, nella riserva naturale del Masai Mara, i leoni stanno scomparendo a causa dell’uso di alcuni pesticidi, che dal 2001 ad oggi sono stati responsabili della morte di 76 leoni. Negli ultimi 6 anni la popolazione dei leoni dell’Africa si è ridotta di circa 700 esemplari, 76 dei quali morti per avvelenamento da pesticidi.I


In Kenya, nella riserva naturale del Masai Mara, i leoni stanno scomparendo a causa dell’uso di alcuni pesticidi, che dal 2001 ad oggi sono stati responsabili della morte di 76 leoni. Negli ultimi 6 anni la popolazione dei leoni dell’Africa si è ridotta di circa 700 esemplari, 76 dei quali morti per avvelenamento da pesticidi.

I ricercatori stanno cercando la causa della morte dei leoni, attribuibile, con molta probabilità al Furadan, un pesticida della FMC Corporation di Philadelphia, usato in Kenya per regolare la presenza e gli attacchi di insetti sulle coltivazioni di riso e grano grazie al contenuto a base di Carbofuran.

Da martedì scorso in Kenya le importazioni di Furadan sono state bloccate perché il pesticida sembra essere il responsabile della morte dei leoni per avvelenamento. Nel paese i leoni sono considerati una risorsa importante per l’economia del paese, soprattutto perché attirano i turisti, interessati a vedere le cinque grandi risorse del Kenya: leoni, elefanti, bufali, leopardi e rinoceronti.

Via | msnbc
Foto | Flickr

Ultime notizie su Animali

Gli animali e la problematica ecologica: le specie in via di estinzione, le curiosità, la difesa degli animali, le associazioni animaliste.

Tutto su Animali →