L’esperimento di Vauban, una città senza automobili

Siamo a Vauban, alla periferia di Friburgo, in un nuovo sobborgo di periferia al confine con la Francia e la Svizzera, che ha deciso di sperimentare la vita senza auto.A Vauban non circolano macchine, ad eccezione della via principale dove passa il tram che porta al centro di Friburgo, ma il 70% delle famiglie non


Siamo a Vauban, alla periferia di Friburgo, in un nuovo sobborgo di periferia al confine con la Francia e la Svizzera, che ha deciso di sperimentare la vita senza auto.

A Vauban non circolano macchine, ad eccezione della via principale dove passa il tram che porta al centro di Friburgo, ma il 70% delle famiglie non possiede alcun veicolo e il 57% abitava in un altro luogo prima di vendere la macchina e trasferirsi a Vauban.

A Vauban ogni cosa è raggiungibile a piedi e le biciclette degli abitanti sono dotate di carrellini agganciati dietro per andare a fare la spesa. Quando l’auto serve per spostamenti o trasporti ingombranti, le famiglie acquistano macchine in comune o si servono di veicoli comunali in car sharing.

Vauban, con 5.500 abitanti in 2km quadrati, è un esperimento avviato nel 2006 per realizzare una città a misura d’uomo, a partire dalla riduzione delle emissioni di gas serra e dai benefici ambientali e di salute che derivano dal non usare le auto. A vedere dal numero di persone che ci si è trasferito pur di abbandonare la macchina e avere una città a misura d’uomo, sembra che l’esperimento funzioni.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Europa

Europa

Tutto su Europa →