Protocollo Kyoto: all'Italia multa da 555milioni di euro. A noi consumatori toccherà pagare circa 40 euro in più sulla bolletta

Il protocollo di kyoto coster�  all\'Italia 555milioni di euro Una multa salata pari a 555 milioni di euro: ecco cosa spetta all'Italia a causa della mancata applicazione degli interventi per la riduzione delle emissioni di C02 come conseguenza degli accordi relativi al Protocollo di Kyoto. Multa che potrebbe salire a 840 milioni di euro se i livelli delle emissioni, entro il 2012, continueranno a essere sforate.

L'attuale Governo si affretta a dichiarare che la colpa è di Alfonso Pecoraro Scanio, ex Ministro all'Ambiente nel Governo Prodi, e delle sue illusioni ambientaliste e degli assurdi obiettivi sulle emissioni. Ha detto il Ministro Scajola:

Per l'incapacità di contrattazione del precedente Governo e dei ministri competenti, il conto della bolletta clima-energia in Italia è molto salato.

Stefania Prestigiacomo, attuale Ministro all'Ambiente, ha tentato nei mesi scorsi, con una serie di piagnucolose proteste di rivedere, anzi mercanteggiare, le quote di emissioni del pacchetto clima 20-20-20, portando a casa l'unico risultato di un rimbrotto del Presidente Srakozy che le ha lasciato un laconico "vedremo" e un rimando a dicembre a Copenaghen alla conferenza sul clima.

Intanto le multe sono state comminate e all'Italia non resta che pagarle, o meglio saremo noi a pagarle. Le associazioni dei consumatori hanno già fatti i conti: a ogni italiano spetterà una quota pari a circa 40 euro. Ma per il Ministro Prestigiacomo, la nostra politica energetica è e resta molto efficiente.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: