Parma dice no all'inceneritore

Da poche ore Parma è stata eletta da Legambiente come una delle cinque città più ecosostenibili d'Italia con Verbania, Belluno, Bolzano e Siena. Ma il primato è destinato a svanire se viene costruito l'inceneritore.

Il progetto, definito eufemisticamente "Polo ambientale integrato", è in piedi da circa cinque anni e si attende solo che sia comunicata dall'Amministrazione la data di inizio lavori. Intanto i comitati cittadini che si sono coordinati sotto l'unico movimento Gestione corretta rifiuti che ha lanciato una petizione per fermare i lavori dell'inceneritore di Parma che ha raccolto a oggi 10mila firme.

I comitati sono seriamente preoccupati che a risentirne, oltre alla salute e all'ambiente, anche le eccellenze tipiche della "Food Valley" come prosciutto di Parma, Parmigiano Reggiano, latte e pomodori.

Grazie per la segnalazione a Gabriele67

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: