Fare carta dalle banane

Non solo dagli alberi: la carta può essere fatta anche dai banani. Una società, la Papyrus Australia, impiega un processo a basso consumo energetico, che non impiega sostanze tossiche, né acqua. Il vantaggio principale di questo procedimento è quello dell’impiego delle piante di banana che hanno un tasso di crescita molto alto e un ciclo di vita breve, circa un anno.


Questo tipo di iniziative piacciono molto agli ambientalisti. “Da tempo Greenpeace sostiene l'impiego degli scarti agricoli per la fabbricazione della carta – ha detto a Ecoblog Sergio Baffoni, responsabile foreste di Greenpeace -. Questi scarti sono stati ampiamente utilizzati (in Italia da Cariolaro e da una cartiera del Poligrafico dello Stato) e le fibre di banano, come le fibre del fusto del mais, del riso o del grano, o le fibre legno se provenienti dalle potature di alberi da frutta, rientrano tra queste”.



La carta è un prodotto naturale, ma le cartiere sono fabbriche estremamente energivore, in grado di compromettere la salute dei fiumi sui quali sorgono e sono anche una causa importante nella perdita delle foreste del pianeta.


:: Ne parlano


» Worldchanging


» Blogeko

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: