Da una frattura in Etiopia sta nascendo un nuovo oceano?

Da una frattura in Etiopia sta nascendo un nuovo oceano?

Quante volte in molti abbiamo espresso il desiderio di essere testimoni della prima alba del mondo? Ebbene, se saremo fortunati riusciremo ad assistere alla nascita di un nuovo oceano. La frattura, che allargandosi, dovrebbe dare vita alla nuova formazione si trova neld eserto etiopico e secondo un nuovo studio pubblicato su Geophysical Research Letters i processi di creazione della frattura sono pressocché identici a quelli che si sono verificati sul fondo degli oceani, ragione per cui gli scienziati ritengono di trovarsi di fronte a un analogo fenomeno.

La frattura per ora è lunga circa 35 miglia ed è nata nel 2005 quando il vulcano Dabbahu con una esplosione e il rilascio di magma inizio a "decomprimere" la spaccatura in entrambe le direzioni.

Ha detto Cindy Ebinger, professore di earth and environmental sciences all' University of Rochester e co-autrice della ricerca:

Il punto centrale di questo studio è quello di sapere se ciò che sta accadendo in Etiopia è come ciò che sta accadendo sul fondo dell'oceano, dove è quasi impossibile per noi andare. Sapevamo che se lo avessimo potuto stabilire allora l'Etiopia sarebbe stato un unici e superbo laboratorio e grazie alle circostanze senza precedenti e alla collaborazione transfrontaliera che vi è dietro questa ricerca, ora sappiamo che la risposta è sì, è analoga.

Via | Rochester Edu
Foto | Credits Rochester Edu

  • shares
  • Mail