Nasce Atlas, il nuovo portale per monitorare il clima

La Microsoft e l'Agenzia Europea dell'Ambiente (AEA) hanno atteso il Vertice di Copenaghen per lanciare "Atlas" il nuovo portale per il monitoraggio dei cambiamenti cliamatici nel vecchio continente. Il progetto, che corrisponde alla diretta evoluzione del già innovativo Eye On Earth che pubblica rapporti sulla qualità dell’aria e dell’acqua in Europa, si configura come perfetto connubio tra applicazione della teconologia e tutela ambientale, mostrando agli internauti gli effetti del cambiamento climatico nelle aree di interesse e, contemporaneamente, gli interventi specifici utili per contrastarlo. Attualmente, la fotografia in tempo reale di ciò che accade all'ambiente viene fornita per Danimarca, Finlandia, Georgia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Russia e Lapponia.

Inoltre:

Atlas compie un passo in avanti permettendo agli utenti di condividere le proprie informazioni e di svolgere un ruolo attivo rispetto alle modalità di cambiamento del clima e alle azioni che possono essere intraprese per affrontare il problema.

fa sapere Jacqueline McGlade, direttore esecutivo di AEA. Robert Bernard, invece, responsabile per la strategia ambientale di Microsoft sostiene che:

attraverso la tecnologia di visualizzazione di Bing Maps, Atlas consente agli utenti di esaminare il problema visualizzando i cambiamenti che si verificano attualmente nel mondo e fornisce un ulteriore esempio tangibile del contributo che la tecnologia è in grado di apportare

Tra le buone pratiche selezionate, in particolare, non possiamo esimerci dal segnalarne una tutta italiana: l'azienda La Vialla, in provincia di Arezzo, che tra impianti fotovoltaici, vasche di fito depurazione delle acque reflue, uso di materiali ecologici a 360° e messa al bando di prodotti chimici derivanti dal petrolio è un esempio lodevole di piena sostenibilità agricola.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: