E' nato il Sindacato di tutela degli animali

L'AIDAA - Associazione Italiana per la Difesa degli Animali e dell'Ambiente - ha dato vita, in queste ore, al primo Sindacato di tutela degli animali a livello europeo.

L'intento dovrebbe essere quello di dar voce a quanti, per propria natura, non possiedono il dono della favella - almeno per come lo intendiamo noi - incrementando visibilità, attività di cooperazione e ruolo di quanti - etologi, veterinari, avvocati... - possono efficacemente influire sulla tutela del mondo animale. Scopo precipuo dell'iniziativa che, almeno inizialmente, vedrà scendere in campo volontari su base regionale, è quello di incrementare il numero delle specie considerate "d'affezione" affinché vengano ampliati i loro diritti scongiurando in questo modo, in particolare per gli equidi e i conigli, il pericolo della macellazione.

Il riconoscimento dello status "d'affezione" anche per altre specie che non siano solo il gatto e il cane, infatti, si configura come funzionale alla tutela e alla protezione degli animali comunemente considerati solo "da lavoro" e "da reddito" promuovendo, attraverso la collaborazione delle organizzazioni di tutela sul territorio, nuovi diritti per arrivare ad un utilizzo sempre più razionale di questi animali.

E' quanto afferma Lorenzo Croce, presidente nazionale dell'Aidaa.

Benché il riconoscimento delle specie viventi, in questo contesto, considerate solo in base alla loro maggiore o minore capacità di essere utili all'uomo nelle diverse modalità possibili (compagnia, reddito, lavoro..) sia assolutamente discutibile, il progetto può forse diventare il volano per il conseguimento di altri e più rilevanti diritti degli animali nel nostro Paese. Staremo a vedere...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: