Coltivare l'orto a distanza (non è Farmville)

Coltivare il mio orto, ma non è Farmville

Dopo la possibilità di adottare una pecora ecco l'opportunità per chi vive in Lombardia o Piemonte di coltivare un orto a distanza. Il meccanismo è semplice e somiglia alla fattoria di Farmville. Infatti come per il popolare gioco virtuale si tratta di coltivare un orto in cui si possono seminare ortaggi, ma di stagione, fiori, erbe e mettere anche spaventapasseri e un cartellino con il proprio nome. Ogni settimana, però a differenza di Farmville, verrà realmente consegnata a domicilio una cassetta dei prodotti ottenuti dalla coltivazione a distanza.

Iscriversi è semplice e lo si fa attraverso il sito Le verdure del mio orto. Alle spalle dell'ameno giocherello un'azienda agricola molto seria la Giacomo Ferraris, che mette a disposizione dei coltivatori a distanza moduli da 1,5 metri. Per un single o una coppia è sufficiente coltivarne 30 metri quadri, mentre per una famiglia di 4-5 persone occorrono almeno 120 metri quadri, che danno diritto a ricevere ogni settimana e al proprio domicilio a una cassetta di verdura fresca in base alla stagione e ai gusti personali ma anche di fiori, piccioli frutti di bosco, o di erbe come basilico, salvia, prezzemolo, aglio, ecc.
Coltivare il mio orto, ma non è Farmville
Coltivare il mio orto, ma non è Farmville Coltivare il mio orto, ma non è Farmville

Si possono aggiungere lo spaventapasseri, (39 euro all'anno), il riciclo degli scarti in compost usato poi come fertilizzante nell'orto (50 euro all'anno), ottenere un album fotografico con la storia del nostro orto (49 euro all'anno) o una targhetta che personalizzi le nostre coltivazioni (19 euro all'anno). Infine si può ricevere già imbustato il minestrone fresco con verdure di stagione, il miele se adottiamo un arnia e il riso che decideremo poi se far raffinare o meno e impacchettare in scatoli dalla grafica personalizzata.

Al momento dell'iscrizione si hanno davanti i moduli da comporre come meglio si preferisce. Per cui se proprio non si sopporta una verdura o un ortaggio è possibile escludere dalla coltivazione. L'iscrizione dà diritto a ricevere verdura e ortaggi freschi per 38 settimane a cui se ne possono aggiungere altre 10 con prodotti, però che proverranno da fattorie amiche.

Secondo la mia personale scelta, un orto di 60 metri quadri, più l'aiuola delle erbe, più l'aiuola dei sapori, più il compost, più le 10 settimane aggiunte mi costerebbe 27 euro a settimana, consegnato a domicilio. Più o meno quanto spendo ora senza che però qualcuno mi porti la spesa a casa.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: