In Campania l'Altra Chernobyl: morire d'inquinamento

Il trailer del documentario L'altra Chernobyl, che vi segnalo nel video su è stato girato in Campania da Chiara Cimini, Adriano Natale e Ottavio Mauriello, tutti e tre giovanissimi, che hanno sentito immediato il bisogno di denunciare quanto stava avvenendo sotto l'indifferenza dei media e delle amministrazioni.

I tre vengono a conoscenza di uno studio pubblicato nel 2009 da ricercatori dell'ospedale Monaldi, che si trova poco distante dalla discarica di Chiaiano, in cui si evidenzia il rapporto esistente tra i rifiuti tossici e alcune patologie. Nel caso specifico i ricercatori trovano un nesso tra il mesotelioma pleurico e l'amianto scaricato illegalmente in diverse discariche della Campania incluse le provincie di Caserta e Salerno.

Scrivono i tre autori sul loro sito:

Leggere i risultati di questa ricerca ha fatto nascere in noi la voglia di agire. "L’altra Chernobyl" è un documentario attraverso il quale desideriamo analizzare, con la massima attenzione, il rapporto tra salute e rifiuti in Campania, perché tutti devono sapere. "L’altra Chernobyl" è stata la risposta naturale a un bisogno, il bisogno di denunciare la realtà di una città a cui è stato tolto uno dei diritti fondamentali dell’uomo: il diritto alla salute. Napoli è la città d’Italia con la più alta incidenza di tumori al polmone, infarti e disturbi vascolari; Napoli sta morendo e, purtroppo, in pochi sembrano accorgersene.

Si può sostenere il progetto dei tre giovani autori prenotando una copia del DVD dal sito produzionidalbasso.

Grazie a Chiaianodiscarica per la segnalazione

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: