La Germania verso la riduzione degli incentivi al fotovoltaico

Pannello fotovoltaicoLa Germania è da tempo una realtà in cui lo sviluppo delle rinnovabili ha raggiunto livelli elevati. Alla base dei segreti dello Stato tedesco in questo campo vi è probabilmente la forte politica di incentivi attuata da parecchi anni nei confronti delle energie alternative. Il sistema sembra però inizi a scricchiolare.

Proprio in questi giorni in Germania è infatti emerso come i lobbisti dell’industria solare tedesca abbiano minimizzato i tassi di crescita del settore nel 2009, nel tentativo ovviamente di impedire che dal governo vi sia il taglio delle sovvenzioni. Sembrerebbe che oltre 3000 MW di moduli siano stati installati lo scorso anno, quadruplicando in sostanza l’importo inizialmente previsto per il comparto fotovoltaico.

A pagare questo surplus non programmato saranno ovviamente tutti i contribuenti tedeschi. Fine del periodo delle vacche grasse? Sembrerebbe proprio di si, anche perché le voci che girano in questi giorni parlano di una riduzione degli incentivi del 25% e di un aumento del prezzo dell'energia elettrica nelle bollette dei tedeschi in modo da compensare il buco creatosi lo scorso anno.

Ancora nulla di ufficiale intendiamoci, intano però un portavoce del Ministero dell’Ambiente ha fatto sapere che una nuova proposta potrebbe essere presentata già la prossima settimana, per poi essere discussa dai partiti di governo. Solo voci o qualcosa di più?

Chissà, intanto però credo che la questione meriti di essere seguita con attenzione, nel senso che anche qui da noi potremmo ben presto trovarci ad avere a che fare con una realtà simile.

Infatti con la crescita esponenziale delle installazioni di tecnologie fotovoltaiche è molto probabile che si potrebbe andare incontro in un futuro anche breve sia alla questione degli incentivi (per i quali si sta già programmando la loro riduzione) che a quella della sopravvivenza di numerose imprese specializzate nel fotovoltaico, le quali negli ultimi anni sono spuntate come funghi.

Via | Energymanager.net
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: