Seguici su

Animali

Il Giappone e la caccia commerciale alle balene

Oggi, il ministro giapponese per le risorse Agricole, Forestali e Ittiche, Hirotaka Akamatsu, ha ribadito che il Paese del Sol Levante non intende cedere in merito alla questione della caccia alla balene a fini commerciali. In effetti, il Giappone, per aggirare il divieto quasi 30ennale imposto dalla Commissione internazionale nel 1986, è stato costretto a utilizzare l’espediente della finalità scientifica per poter pescare circa 1000 cetacei l’anno.

Per riguadagnare il diritto a condurre la caccia commerciale delle balene…. il Giappone continuerà sulla strada fin qui intrapresa di pazienti negoziati… Con il mio impegno in prima persona porterò avanti le nostre ragioni per conseguire risultati concreti sulla caccia a fini commerciali.

E’ quanto affermato da Akamatsu durante una conferenza stampa. Questa netta, quanto scontata, presa di posizione arriva poche settimane dopo la volontà manifestata dall’Australia di adire – giustamente! – la Corte Internazionale di giustizia nel caso in cui il Paese del Sol Levante non ponga fine al massacro di cetacei entro il mese di novembre 2010. Ma arriva, soprattutto, a poche ore dall’incontro preliminare della Commissione Internazionale sulle balene (Iwc) in cui verranno individuate le linee guida dei lavori per il consueto incontro annuale dell’Iwc, previsto a giugno. Si tratta, indiscutibilmente, di una “dichiarazione di guerra” del Giappone contro chiunque cercherà di opporsi ai suoi disegni in merito.

Ciò, però, che più rileva in questa questione è la posizione dell’Australia che, se da una parte si atteggia a paladina delle balene – e ci piacerebbe tanto crederlo! – dall’altra risulta avere rapporti commerciali strettissimi proprio con il paese asiatico da cui potrebbe temere ritorsioni economiche… Se a questo, poi, si aggiunge che il presidente attuale della Commissione Internazionale di giustizia, dal febbraio 2009, è Hisashi Owada, strettamente avvinto alla diplomazia nipponica che conta, il quadro non promette proprio nulla di buono…

Via | Heraldsun
Foto | Flickr

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa