Energie rinnovabili, le foglie di mais diventano carbone

Si chiamano Cedric Nganchia Tonkeu e Muller Tenkeu Nandou e a Douala, in Camerun, hanno fondato Kemit Ecology, una startup che trasforma la spazzatura dei mercati in carburante ecosostenibile. Ogni giorno quintali di resti organici, come le foglie di mais, finiscono nell’immondizia.

Kemit Ecology è riuscita a trasformare il problema dello smaltimento in una risorsa: una volta raccolti i rifiuti li prepara per il processo di trasformazione. Come? Mettendo la spazzatura nell’essiccatore a 105 gradi le foglie perdono la loro umidità e sono pronte per diventare combustibile . La cenere che si ottiene da questo processo viene messa in ammollo insieme a una miscela di argilla bianca e acqua. Il risultato di questa seconda fase è una mattonella di carbone organico che è ideale per cucinare e ha tre vantaggi: 1) costa meno del normale carbone, 2) dura di più, 3) inquina di meno.

I due studenti-imprenditori del Camerun vogliono aiutare il loro Paese a diminuire l’alto costo ambientale della richiesta di carbone che sta portando all’abbattimento di migliaia di mangrovie nel Paese.

Via | Askanews

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail