Ibrahimovic cacciatore in uno spot per auto: insorgono contro le concessionarie Volvo gli animalisti

Ibra in uno spot per la Volvo è un cacciatore che davanti a uno stupendo cervo si ferma. Ma questo lieto fine non ha convinto gli animalisti che in Italia hanno già organizzato eventi di protesta proprio presso le concessionarie italiane

Lo spot dello svedese Zlatan Ibrahimovic per Volvo non è piaciuto agli italiani. Il teaser girava sul web da qualche giorno e non rendeva noto l'epilogo, in questo caso un lieto fine, poiché il cacciatore non spara al povero cervo. L'happy end non ha addolcito pèerò gli animalisti che già sono insorti poiché Ibrahimovic nella vita reale è non solo l'attaccante del Paris-Saint-Germain e titolare della nazionale svedese ma anche un cacciatore.

Le concessionarie Volvo tappezzate con i manifesti anti spot Ibrahimovic

Dunque nella notte tra il 27 e 28 gennaio gli attivisti di Centopercentoanimalisti hanno tappezzato di locandine le concessionarie Volvo di Padova (Modial Car), Vicenza (Bisson Auto), Treviso (Volmecc) e Mestre (Mondial car), per manifestare il dissenso contro Ibra e la casa automobilistica svedese.

Scrivono gli attivisti di Centopercentoanimalisti:

Resta il fatto, al di là della finzione, che Zlatan Ibrahimovic è realmente un cacciatore, nella vita. Ma non è un cacciatore “normale”, uno che la domenica prende la doppietta nei periodi di caccia. Ibrahimovic ha fatto della caccia e della pesca la sua ragione di vita, caccia in maniera maniacale in ogni momento libero e in ogni parte del mondo. Sembra che si realizzi solo ammazzando.Quindi lo spot in ultima analisi, a parte le sviolinate sulla Svezia, è un’esaltazione della caccia: e come tale lo hanno interpretato i cacciatori nostrani, emuli straccioni di Ibrahimovic, che nei loro siti esprimono gradimento e approvazione. Non è molto originale: lo aveva già fatto De Niro, parecchi anni or sono. D’altra parte i pubblicitari non sono stupidi (anche se lo spot ci sembra piuttosto mediocre): la caccia è invisa a troppe persone, perché si possa far vedere l’uccisione del Cervo. Non avrebbe giovato all’immagine. Noi condanniamo la caccia, chi la pratica e chi la propaganda, in quanto è un’attività distruttiva e immorale. Nessuna persona sana di mente può godere uccidendo. E nel nostro paese, la stragrande maggioranza dei cittadini è contraria e la vorrebbe abolita. Pensiamo quindi che lo spot pro – caccia avrà conseguenze negative sul mercato. Noi invitiamo a boicottare la Volvo e i suoi prodotti.

Chissà ora se l'azienda svedese si scuserà e rivedrà il suo spot con l'atletico testimonial magari invitandolo a sfidare piuttosto un ghiacciaio e non a esibirsi con un fucile da caccia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 76 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO