Riva Fire ricorso al Tar contro il Piano ambientale Ilva

Riva Fire ha presentato ricorso contro il Piano ambientale dell'Ilva depositato nell’ultimo giorno utile al Tar del Lazio

Riva Fire la holding della famiglia Riva ha presentato ricorso al Tar del Lazio contro il Piano ambientale dell'Ilva chiedendo di valutarne la legittimità e verifiche anche nel merito del commissariamento dell'acciaieria. In poche parole secondo i legali dei Riva ci sono troppe imposizioni

Ermete Realacci scrive basito sulla sua pagina Facebook:

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Il ricorso arriva pochi giorni dopo la presentazione dello studio SENTIERI dell'ISS che ha sottolineato come a Taranto più che nel resto d'Italia si muoia di cancro ai polmoni.

Al centro della questione potrebbero esserci gli 800 milioni di euro bloccati dalla magistratura in Svizzera e domani in Consiglio dei ministri potrebbe essere varato il decreto con cui Edo Ronchi potrebbe essere nominato commissario per l'ambientalizzazione dell'Ilva con pieni poteri e potrebbero anche essere avviate le procedure con le banche per il prestito necessario per l'applicazione della VIA. Il condizionale è d'obbligo naturalmente e di certo il braccio di ferro messo in atto dall'Ilva con un governo che ha presentato ben 4 decreti utili a salvare l'acciaieria sembra un passo troppo spinto.

Intanto proprio ieri sera il premier Matteo Renzi ha inviato questo tweet:

Via | Quotidiano Puglia
Foto | Mafe @ Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail