Golfo del Messico, a fuoco piattaforma petrolifera Abkatun

L’incidente è avvenuto sulla piattaforma permanente Abkatun nella baia di Campeche, nel Golfo del Messico

Da diverse ore i vigili del fuoco e decine di soccorritori stanno combattendo contro un vasto incendio scoppiato sulla piattaforma petrolifera permanente Abkatun, sita nella baia di Campeche, nel Golfo del Messico: secondo quanto riporta l'agenzia Reuters la piattaforma è di proprietà della compagnia messicana Pemex.

A dare la notizia, su Twitter, è stata la stessa multinazionale:

La Abkatun si trova proprio sopra il maggiore giacimento di greggio del paese: secondo la multinazionale Pemex sono circa 300 i lavoratori che hanno lasciato la piattaforma dopo l'esplosione dell'incendio, questa notte, e otto imbarcazioni antincendio hanno contrastato le fiamme. La multinazionale Pemex ha spiegato, in una nota, che l’Emergency Response Plan Pemex, scattato immediatamente, ha permesso l’evacuazione di circa 300 lavoratori trasferiti ad altre piattaforme nella zona.

L'incendio sarebbe divampato nella zona cosiddetta "dehydration and pumping area" della piattaforma ma non è ancora chiara la causa. Dalla piattaforma si pompano (dato 2013) 300mila barili di greggio al giorno, ma i delegati di Pemex non hanno saputo ancora chiarire se il giacimento e la produzione siano compromessi.

Secondo Pemex sono 4 i lavoratori morti in seguito all'incendio sulla piattaforma, uno di loro era dipendente di un'azienda di nome Cotemar, che per conto di Pemex offre servizi petroliferi offshore (ristrutturazione, manutenzione, trasporto marittimo delle piattaforme). Sarebbero invece 46 i feriti, due dei quali in gravi condizioni trasportati al General Hospital a Città del Carmen.

Negli ultimi anni la compagnia messicana Pemex sembra essere piuttosto perseguitata dalle disgrazie: nel 2013 un'esplosione al quartier generale uccise 37 persone mentre un anno prima 26 persone morirono in seguito all'esplosione di un deposito di gas gestito dalla società.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail