Francia, rubate due famiglie di scimmie rarissime

Sette tamarini-leone dorati e dieci uistitì argentati sono stati rubati allo zoo di Beauval, nella Francia Centrale

Due famiglie di scimmie rarissime sono state trafugate dallo zoo di Beauval, nella Francia Centrale.

Il furto è avvenuto nella notte fra sabato e domenica scorsi e i ladri hanno portato via sette esemplari di tamarini-leone dorati e dieci esemplari di uistitì argentati.

“Sono scimmie estremamente rare e fragili, che fanno parte del nostro programma di ripopolamento” ha spiegato il direttore dello zoo Rodolphe Delord, aggiungendo che i tamarini-leone appartengono al governo brasiliano.
Delord non riesce a spiegarsi come ciò sia potuto accadere, ma si dice certo del fatto che i ladri siano molto esperti e abbiano agito in maniera mirata, con un obiettivo ben definito.

Ora lo staff dello zoo francese sta controllando le riprese delle videocamere di sorveglianza, ma c’è preoccupazione poiché questi animali seguono una dieta ferrea e possono essere venduti e acquistati solamente da specialisti in grado di trattarli in cattività.

Uno dei tamarini-leone, inoltre, necessita di cure quotidiane a causa di una ferita che si è procurato alla coda.

Sono scimmie estremamente rare, estremamente fragili, che fanno parte di programmi di allevamento internazionali e che non appartengono a noi. I tamarini-leone dorati sono del governo brasiliano. È molto dannoso per la conservazione della specie, estremamente minacciata. I ladri sono dei conoscitori sapevano esattamente cosa prendere. È indispensabile ritrovare questi animali molto rapidamente. Non possono essere custoditi nelle case, né venduti. È difficilissimo nutrirli. Devono essere affidati a specialisti,

ha spiegato il direttore Delord.

I responsabili dello zoo non riescono a capire come sia potuto avvenire il furto visto che i giardini sono dotati di videosorveglianza e di un sistema di allarme sorvegliato da pattuglie di sicurezza.

A golden-headed lion tamarin female carr

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail