Le coste della Nuova Zelanda invase dalle meduse giganti

medusegiganti05jpg

Nell’ultimo mese centinaia di meduse giganti hanno invaso le coste della Nuova Zelanda, molto probabilmente a causa dell’aumento delle temperature dell’oceano.

Secondo gli scienziati l’aumento della popolazione delle meduse giganti potrebbe provocare gravi danni alla pesca locale.

Il Guardian riferisce che le meduse si sono spiaggiate lungo migliaia di chilometri della costa neozelandese, da Nelson a Sud a Whangarei a Nord.

Fra le specie rilevate dai biologi vi sono la medusa criniera di leone e una sua stretta parente, la Desmonema.

Oltre al riscaldamento delle acque marine (che permette la proliferazione dei nutrienti delle meduse), favorire l’esplosione della popolazione delle meduse giganti è stata la mancanza di predatori naturali delle meduse giovani a causa della pesca eccessiva.

Anche se il tocco di queste meduse può essere molto irritante, non vi sono minacce per la vita dell’uomo. Come detto in precedenza, gli unici disagi possono essere quelli causati alle attività ittiche locali.

Via | The Guardian

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail