Officine Ruggenti: le auto vintage diventano elettriche

Officine Ruggenti, insieme a Newtron, punta sul decreto Retrofit per convertire una vettura vintage in auto elettrica.

Può un’icona vintage diventare auto elettrica hi-tech? Officine Ruggenti si è già data una risposta da tempo e ha dato vita al primo atelier italiano di motori che restaura, personalizza e trasforma in auto elettrica qualunque vettura storica. Insieme all’azienda italiana Newtron Engineering, unico produttore di kit retrofit omologati a livello europeo, si prenderà carico delle auto classiche per trasformarle in vetture a zero emissioni o (in futuro) ibride plug-in. Ma la start-up offe anche la possibilità di restaurare il mezzo e personalizzarlo in termini di carrozzeria e interni, aggiungendo tecnologia a piacere.

L’occasione per la presentazione del progetto Officine Ruggenti coincide con il primo giorno del Fuorisalone della Milano Design Week 2017, palcoscenico ideale per un’iniziativa legata alla mobilità "green" che ha una valenza culturale e utilizza una tecnologia di produzione made in Italy. Fondata da Andrea Garibbo, imprenditore milanese con interessi in vari campi fra cui quello immobiliare, si propone di diffondere vari aspetti legati allo stile di vita "green". Il Decreto Retrofit, vigore dal primo gennaio 2016, comporta infatti la sostituzione dell'originale motore endotermico con un moderno motore elettrico brushless e l'aggiunta delle batterie di trazione, senza modifiche di altro tipo per le parti meccaniche. Il peso deve rimanere lo stesso con una tolleranza massima del 10%: in questo caso non serve una nuova omologazione ma basta un aggiornamento della carta di circolazione.

Le 5 Fiat 500 del 1963 presenti dimostrano non solo che l’operazione è possibile ma che le vetture mantengono il proprio fascino intatto: il motore elettrico è montato al posteriore mentre le batterie da 15 kWh sono situate nel muso e promettono 150 km di autonomia nel ciclo reale. Pesano circa 55 kg ma grazie all’eliminazione del serbatoio della benzina (circa 23 kg), della ruota di scorta e della batteria originale, il peso dell’auto rimane quasi invariato con il posteriore più leggero di circa 26 kg. Rispetto alle auto elettriche nuove, presenta un cambio a 4 marce: l'ingegner Nicola Venuto, Chairman di Newtron Engineering, sottolinea che usato nel modo giusto consente una riduzione dei consumi di circa il 30%.

Le Fiat 500 elettriche di Officine Ruggenti


Internamente c’è un piccolo display digitale e tre pulsanti per la ventilazione (niente aria condizionata), il clacson e la retromarcia. A bordo la sensazione è quella di guidare un’auto storica e dimenticatevi il tipico silenzio delle auto elettriche: il brusio si sente ma non infastidisce mentre i freni vanno ben sollecitati e il volante sottile impegna anche in città. In compenso il motore scatta in modo brillante nonostante 20 CV e 30 Nm possano sembrare pochi. Si può scegliere tra due batterie di 7,5 kWh o 15 kWh, con un’autonomia varabile tra i 95 e 150 chilometri nel ciclo NEDC. Le batterie sono garantite 5 anni per 2800 cicli mentre la garanzia sul sistema retrofit è di due anni. I tempi di ricarica da una comune presa domestica variano dalle 3 alle 5 ore ma si potranno utilizzare anche le colonnine rapide fino a 22 KW in meno di un’ora.

Il prezzo della solo "power unit" parte da 5.900 euro + IVA, soluzione conveniente per ripristinare veicoli con motore a combustione che hanno ormai fatto il loro corso. Peccato che si debba aggiungere anche il costo della batteria che va da 6.000 a 9.500 euro ma esiste una formula a noleggio da 89 euro al mese. Il listino ufficiale per le city car in piccola serie distribuite da Officine Ruggenti parte da circa 23.500 euro più IVA, ma il costo può variare in base alle richieste del cliente (prestazioni, personalizzazioni e autonomia) e al modello. L’azienda stima un risparmio di 5.400 euro per percorrenze di 30.000 km oltre ai costi ridotti della manutenzione ordinaria e di gestione.

In arrivo un garage multipiano con colonnine


Inizialmente Officine Ruggenti punterà a soddisfare le esigenze dei proprietari lombardi di auto vintage ma piano piano si estenderà a tutto il mercato italiano. L’offerta sarà allargata poi a tutti gli automobilisti e a chi utilizza per lavoro un’auto o un mezzo commerciale. Nel progetto di Officine Ruggenti, che ha sede a due passi dal Duomo in via Gabba 1, rientra anche un piano intero del garage multipiano di via Gabba che sarà attrezzato con sistemi di ricarica rapida, per permettere il ricovero di veicoli elettrici e il rifornimento.

  • shares
  • +1
  • Mail