Formula E: ecco come vanno le auto elettriche Gen 2

Dopo i test di Valencia ecco come vanno le auto elettriche da competizione Gen 2 che parteciperanno al prossimo campionato ABB Formula E.



Si sono svolti lo scorso week end a Valencia i primi test precampionato di Formula E. I costruttori che parteciperanno alla competizione a partire dal primo Gran Premio, quello del 15 dicembre a Riad in Arabia Saudita, hanno messo in pista sotto la pioggia le nuove auto elettriche da competizione.

Le Gen 2 che gareggeranno nel campionato 2018-19 sono molto diverse dalle auto elettriche che hanno gareggiato l'anno scorso. Queste in sintesi le loro caratteristiche:


  • Dimensioni massime: 5.160 mm x 1.770 mm x 1.050 mm;

  • Interasse massimo: 3.100 mm

  • Altezza da terra massima: 75 mm

  • Peso, pilota compreso: min 900 kg (batterie 385 kg)

  • Telaio: Dallara monoscocca in fibra di carbonio/alluminio

  • Cambio: sequenziale con padal volante o a presa diretta con regolazione del differenziale

  • Freni: Brembo a disco in fibra di carbonio autoventilanti

  • Ruote: cerchi da 18 pollici

  • Pneumatici: Michelin per asciutto e bagnato

  • Potenza massima (per prove libere e qualifiche): 250 kW

  • Potenza in gara: 200 kW

  • Potenza addizionale (Push-to-pass): 30 kW.

  • Accelerazione: 0 – 100 km orari in 2,8 secondi

  • Velocità massima: 280 km orari

  • Sicurezza: dispositivo Halo obbligatorio



Il suono del motore elettrico, su asciutto e bagnato, delle nuove auto elettriche Gen 2 da Formula E lo potete sentire nel video in testa a questo post.

Ma come girano in pista questi bolidi elettrici?

Ecco un "intstallation lap" di Robin Frijns del team Envision Virgin Racing, a bordo di una Audi e-tron FE05.

  • shares
  • Mail