EICMA 2018: gli scooter elettrici di Peugeot

Il brand francese arriva ad EICMA con tre scooter elettrici dedicati a tre pubblici completamente diversi: E-Ludix, 2.0 e E-Metropolis.



La proposta di scooter elettrici di Peugeot ad EICMA 2018 è forte e concreta, con tre prodotti molto diversi che si rivolgono a tre segmenti del mercato molto diversi tra loro: l'E-Ludix per i più giovani, il 2.0 per lo scooter sharing e l'E-Metropolis per gli amanti degli scooteroni a tre ruote.

Enrico Pellegrino, direttore commerciale di Peugeot, ci ha illustrato la visione della casa del Leone sulla mobilità elettrica e questi tre prodotti.

"Il grande problema del mercato commuting 50 - spiega Pellegrino - è quello di aver perso quasi completamente i giovani: un mercato che prima faceva quasi 800 mila pezzi l'anno oggi ne fa circa 20 mila. Quindi l'obbiettivo di tutte le case è quello di riavvicinare il mondo dei giovani alle due ruote e capire quali proposte offrire a questi clienti. L'elettrico è un mondo non nuovo ma completamente da esplorare. Peugeot è stato il primo brand al mondo a sviluppare un veicolo elettrico oltre 15 anni fa".

Il primo scooter elettrico Peugeot in mostra ad EICMA è l'E-Ludix, la versione elettrica del Ludix sul mercato da oltre 14 anni. E' uno scooter flessibile che può soddisfare diverse esigenze: "E-Ludix è un prodotto dedicato sia allo sharing, quindi al B2B, ma anche al cliente classico che vuole avere un veicolo ecologico, moderno e con una autonomia di 45-50 km", spiega Pellegrino.

Il Peugeot 2.0, invece, è un veicolo realizzato insieme a Mahindra e sviluppato nella Silicon Valley. E' dedicato esclusivamente alle flotte e punta tutto sulla tecnologia, con un software di controllo a distanza del veicolo molto sofisticato che sarà utile soprattutto a chi usa questo scooter a batteria per le consegne.

L'E-Metropolis, infine, è la versione green del Peugeot Metropolis. Lo scooterone a tre ruote di Peugeot mantiene anche in versione elettrica le sue qualità e peculiarità: "E' una proposta decisamente ambiziosa - spiega Pellegrino - perché coniuga il comfort con una grande autonomia e prestazioni che solo un motore elettrico riesce a dare".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail