L'asteroide 2003 DZ15 sfiora la Terra lunedì 29 luglio ma nessun pericolo

Ancora un asteroide che sfiora il nostro Pianeta: nella notte tra il 29 e il 30 luglio si potrà assistere al passaggio di 2003 DZ15 distante 3,5 milioni di Km, ossia 9 volte la distanza della Luna dalla Terra.

Non è una minaccia per il nostro Pianeta il piccolo asteroide 2003 DZ 15 che sfiora la Terra nella notte tra il 29 e il 30 luglio. Sarà abbastanza distante per non costituire pericolo ma anche abbastanza vicino per essere osservato. Lo avevamo detto che il 2013 sarebbe stato l'anno dei meteoriti e asteroidi e neanche questo evento non sfugge alla rete e grazie al progetto Virtual Telescope si potrà seguire il passaggio passaggio di NEA 2003 DZ15 a partire Lunedi sera 29 luglio alle ore 22:00.

L'asteroide è stato scoperto nel 2003 dal telescopio di Monte Palomar e questo è il suo massimo avvicinamento alla Terra per questo secolo, anche se ci sarà un passaggio piuttosto prossimo al nostro Pianeta il 12 febbraio del 2057.

L'avvicinamento massimo del 2003 DZ15 è fissato per la serata di domani 29 luglio ore alle 2,30 ma è possibile vederlo bene anche il 30 luglio intorno alla mezzanotte. Naturalmente, un asteroide delle dimensioni di 2003 DZ15 segnerebbe un brutto giorno per la Terra se dovesse piombarci addosso. Con i suoi circa 152 metri di diametro 2003 DZ è ben sette volte la dimensione della meteora Chelyabinsk che esplose sopra la Russia il 15 febbraio di quest'anno. Anche se non nella classe di un evento Livello Estinzione 2003 DZ15 sarebbe paragonabile all'asteroide che colpito Tunguska in Siberia nel 1908.

La NASA prevede di lanciare una missione con equipaggio nei prossimi dieci anni per studiare un asteroide e forse recuperarne uno piccolo per tenerlo in orbita tra la Luna e la Terra. Tali sforzi possono rivelarsi interessanti e fruttosi al fine di comprendere come trattare questi oggetti spaziali potenzialmente pericolosi.

Via | Universe Today
Foto | VirtualTelescope

  • shares
  • Mail