Festival della scienza a Genova, i protagonisti e gli eventi da non perdere

Il festival della scienza ha aperto i battenti a Genova sarà visitabile fino al 3 novembre. Ecco la lista degli eventi da non perdere

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:25:"Gli eventi da non perdere";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1781:"

Con oltre 350 eventi, 85 location, più di 550 animatori e 10 edizioni Il Festival della Scienza si attesta come uno degli eventi più interessanti dedicati alla divulgazione della scienza verso i più giovani e non solo.

Filo conduttore di questa decima edizione è la bellezza che aiuterà a portare la scienza a tutti attraverso un programma ricco di conferenze, laboratori, mostre scientifiche e artistiche, spettacoli, incontri, tavole rotonde, exhibit, concorsi per start up e progetti speciali.

Tra i protagonisti troviamo la ricercatrice e neo-senatrice a vita Elena Cattaneo, il filosofo Armando Massarenti, Manuela Arata la presidente del Festival e Vittorio Bo il direttore, David Rothenberg, filosofo e naturalista ma parteciperà anche il premio Nobel nel 2010 a appena 36 anni Kostya Novoselov, fisico inglese, Bernd Heinrich etologo, Nina Jablonski antropologa che racconterà l'evoluzione della pelle, Robert Kirshner astrofisico a Harvard che propone una visita guidata nell'Universo,Krzysztof Matyjaszewski chimico innamorato del verde impeganto nel ricercare i processi di produzione che non inquinano, Pamela Ronald esperta mondiale di OGM, Leslie Sage editor per l'astrofisica a Nature, Matt Ridley futurologo, Daniel Goleman psicolog e giornalista che spiegherà perché prestare attenzione al prossimo ci rende migliori e felici, Frank Rose collaboratore di “Wired”, Andrei Varlamov fisico.

Tra gli interventi degli italiani certamente merita attenzione quello proposto dal neuroscienziato Marcello Massimini che presenta i suoi studi sulla coscienza nei pazienti in coma, Giorgio Vallortigara che interverrà sulla bellezza e sulla bruttezza nel mondo animale.

";i:2;s:3035:"

Gli eventi da non perdere

Qui di seguito una piccolissima rassegna degli eventi più particolari, interessanti e originali che vale la pena seguire.

Ecco un interessante appuntamento sull'alimentazione tenuto da Carla Ferreri ricercatrice per il CNR a Bologna : Bellezza e salute: i grassi aiutano e in questa conferenza si fa riferimento alla lipidomca, ovvero di come i grassi aiutino a invecchiare più lentamente: ma quali scegliere?

Per la sezione Conversazioni c'è l'incontro il 31 ottobre alle 17,30 presso l' Aula Polivalente San Salvatore
Piazza Sarzano Convivere con i terremoti: grandi rischi e piccole probabilità con Nicola Nosengo di Wired Italia, Luciano Maiani professore ordinario di Fisica teorica all’Università La Sapienza di Rom e Warner Marzocchi dirigente di ricerca presso l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) che spiegheranno ai cittadino come essere parte attiva in casi di terremoto.

Ecologia della bellezza, invece è la conferenza che tiene Ferdinando Boero, professore di Zoologia all’Università del Salento domani 26 ottobre alle ore 16 presso l'Aula Magna Palazzo dell'Università. Qui il discorso è molto ampio e affronta l'Estetica della natura e la percezione della bellezza naturale.

Gli squali li conosciamo davvero? Ecco il senso dell'Approfondimento Il bello degli squali che tiene Marco Affronte, laureato in Scienze Naturali e libero professionista, 31 ottobre, alle 11:00 presso Aula Polivalente San Salvatore Piazza Sarzano. Ve ne sono nei mari 450 specie diverse e noi però abbiamo in mente solo il film Lo Squalo. Bene dimentichiamoci quella pellicola e seguiamo Marco Affronte che ci spiegherà perché sono così importanti per l'ecosistema marino.

Infine vi segnalo uno spettacolo Il pollo di Newton il 1 novembre, alle 17:30
Aula Polivalente San Salvatore Piazza Sarzano di e con Massimiano Bucchi professore di Scienza, Tecnologia e Società e di Comunicazione, Scienza e Tecnica all’Università di Trento. In sostanza Bucchi ci chiede e si chiede quali siano le relazioni tra cibo e scienza e come la cucina si presti a essere trasformata da focolare il laboratorio di chimica attraverso esperimenti con il caffè e la birra.

Foto | Festival dell Scienza su Fb";}}

  • shares
  • Mail