Francavilla al Mare: fortemente danneggiato il canile comunale, serve aiuto per ricostruirlo

A causa del maltempo c'è stata una frana sul canile. Alcuni animali sono morti, altri 110 cani sono stati messi in salvo, ma servono fondi per ricostruirlo.

La forte ondata di maltempo che in questi giorni sta investendo il Centro e il Sud d'Italia ha causato molti danni, tra i quali ci sono da annoverare a Francavilla a Mare quelli arrecati da una frana al canile comunale.

Grazie anche alla mobilitazione attraverso i social network la maggior parte dei cani è stata messa in salvo, alcuni aiutati da privati, altri portati nel canile di Ortona.
Le fortissime piogge hanno causato lo straripamento del Foro e gravissime emergenze si sono create nella zona in provincia di Chieti: ci sono stati allagamenti, frane, caduta di alberi e fossi di raccolta stracolmi.

In seguito alla frana che l'ha colpita, la parte superiore del canile di Francavilla è completamente inutilizzabile. La guardia zoofila dell'Oipa, la Protezione Civile, i vigili del fuoco e gli incaricati del Comune, insieme con alcuni volontari, hanno scavato per ore nel fango per salvare gli animali, alcuni non ce l'hanno fatta, la maggior parte, però, è stata portata al riparo.

Attraverso la pagina Facebook del canile molte persone hanno risposto all'appello per portare i primi aiuti: accogliere alcuni dei cani, fornire coperte e cibo. Ora il problema è la ricostruzione, visto che i danni sono ingenti. Qualcuno si è mobilitato creando delle riffe, sfruttando il periodo natalizio, per raccogliere fondi da destinare al canile, ma il modo più semplice e diretto per aiutare a rimettere in piedi la struttura in modo che possa riaccogliere i cani è di fare una donazione alla Lega Nazionale per la difesa del cane Sezione di Francavilla (tutti i dettagli sulla pagina Facebook).

Foto © Facebook Canile di Francavilla al Mare

  • shares
  • Mail