Amburgo, la manifestazione per i rifugiati che partono da Lampedusa sfocia nella violenza

A Amburgo è stato appena dichiarato lo stato d emergenza a causa di una manifestazione con 5000 partecipanti nata per difendere i diritti dei rifugiati e che è poi sfociata nella violenza

Amburgo sotto assedio, manifestazione per i profughi da Lampedusa

Il sindaco di Amburgo ha appena dichiarato lo stato d'emergenza in città con interdizione nel centro storico a causa della manifestazione per #RoteFlora e #Esso, il primo centro sociale il secondo centro per l'accoglienza dei rifugiati provenienti da Lampedusa e chiuso in fretta e furia e sgomberato adducendo motivazioni relative alla sicurezza dello stabile. In 5000 sono scesi in strada per chiedere che siano rispettati i diritti dei profughi e che il centro RoteFlora sia lasciato in pace.

Amburgo sotto assedio, manifestazione per i profughi da Lampedusa


Da settimane manifestazioni spontanee si sono susseguite in favore del diritto di soggiorno per circa 800 rifugiati. Il motivo riguarda la richiesta di sospendere i controlli nei confronti dei profughi in arrivo da Lampedusa e del riconoscimento dello status di cittadino. Attraverso varie forme di protesta e di azione, il movimento si muove in maniera indipendente e non controllata. Ma in Germania si è provveduto a svolgere una potente azione di lobby per spaccare al Governo la questione sui profughi facendo leva sulla leadership cattolica sopratutto al Senato.

A Amburgo tutte le manifestazioni sono state orientate verso la solidarietà mentre Berlino e in altre città nelle ultime settimane si è assistito a un costante aumento di manifestazioni razziste e di una serie di attacchi incendiari a strutture ricettive di profughi alla periferia della città, come pure nelle zone rurali.

La protesta dunque a Amburgo è stata innescata dal repentino sfratto del St. Pauli Esso Houses, centro di accoglienza per rifugiati presso cui ne erano ospitati 800 provenienti da Lampedusa. I profughi sono stati spostati, secondo la versione ufficiale per motivi di sicurezza statica dell'edificio, ma secondo i manifestanti per lasciare posto a un nuovo enorme edificio con appartamenti di lusso.Tutte le proposte per una conservazione dell'edificio o di una riqualificazione per conto degli inquilini e residenti sono state bloccate.

Il Rote Flora edificio di 6 piani invece dovrebbe essere trasformato per accogliere una sala da concerto per 2500 visitatori, un centro culturale integrato, locali commerciali ed uffici nonché un centro diurno e un garage sotterraneo di 3 piani. I lavori sono stati appaltati a una Srl con investitori internazionali.

Via |FloraBeibtl
Foto | Revolucion Real Ya su Fb

  • shares
  • Mail