Calamaro gigante pescato a Santa Monica in California: è una bufala

Il calamaro gigante pescato nella Baia di Santa Monica in California è una photoshoppata burlona di un giornale americano

La photoshoppata della seppia gigante corre sul web a opera di un giornale americano The Lightly Braised Turnip (La rapa brasata) un giornale satirico e burlone americano (intervistano Santa Claus per intenderci). La notizia gioca sul fatto che a causa dell'acqua contaminata giunta da Fukushima alle spiagge della California la seppia affetta da "gigantismo radioattivo" sarebbe cresciuta fino a raggiungere la lunghezza di 50 metri (120 ft.).

Si legge nell'articolo:

Gli scienziati ritengono che a seguito del disastro di Fukushima del 2011 accorso alla centrale nucleare di Fukushima Daichi uno sconosciuti numero di creature marine abbia subito una mutazione genetica di una crescita fuori controllo o "gigantismo radioattivo".

In effetti i calamari giganti esistono e proprio lo scorso luglio ne è stato pescato uno a Sesimbra in Portogallo. Misurava 6 metri e pesava 50 chili. Misure bel lontane dal calamaro della bufala americana o da quelle del calamaro più grande al mondo pescato in Spagna lo scorso ottobre a Cantabria lungo circa 15 metri.

Una riflessione infine è necessario farla sui siti burloni che prendono in giro i con notizie palesemente false ma che piuttosto che essere ignorate sono rilanciate, condivise e in taluni casio anche presentate come vere. In Usa è molto frequente questo genere di scherzo e The Onion è forse una delle testate maggiormente attiva

Via | The Epoch Times
Foto | LBT

  • shares
  • Mail