Seguici su

Inquinamento

Lo striscione “Eternit giustizia!” vietato allo stadio di Latina

Lo striscione non era stato autorizzato in tempo utile

Negli stadi italiani si è già visto di tutto, cori e striscianti inneggianti ai peggiori episodi, personaggi e gruppi politico-ideologici dell’umanità. Il contorno delle nostre partite di calcio è da anni la valvola di sfogo di frustrazioni e violenze che covano sotto la cenere della quotidianità.

Sconfitta nella sfida educativa, l’autorità ha deciso di contrastare il fenomeno con la repressione, un evidente segno di debolezza, di incapacità di agire sulla realtà se non con limitazioni che finiscono per danneggiare anche chi violento non è.

Si è creata così una burocrazia delle curve che porta a episodi come quello accaduto lo scorso week end allo Stadio Francioni di Latina dove la squadra di casa incontrava la Pro Vercelli, squadra dal passato glorioso che nel primo Novecento seppe vincere addirittura sette scudetti.

Un gruppo di tifosi della squadra ospite aveva preparato uno striscione con la scritta “Eternit Giustizia!” che per i casalesi e i “vicini” vercellesi che hanno avuto familiari o amici soffocati dal mesotelioma pleurico è qualcosa di più di un semplice slogan da stadio, è un mantra dell’identità e della condivisione di un dramma che ha segnato nel profondo le vite di tre generazioni di piemontesi.

Questo striscione non è stato esposto perché non autorizzato nei tempi previsti dalla legge. Niente da fare: la legge deve controllare e bloccare striscioni con scritte discriminatorie, offensive, volgari, sessiste o che possano provocare reazioni violente da parte delle tifoserie.

Il delegato della Questura di Latina ha applicato il regolamento precludendo l’ostensione dello striscione. Nulla da eccepire, lo dice la legge, la stessa che ha respinto le istanze delle migliaia di ammalati a causa del “polverino”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa