Seguici su

Inquinamento

Perseidi, la notte giusta è quella del 12 agosto

Sempre più invadente l’inquinamento luminoso: le stelle cadenti potrebbero vedersi sempre meno

Le stelle cadenti più attese dell’anno, le Perseidi (nella classica “notte di San Lorenzo”) diventeranno sempre più numerose e la notte fra 12 e il 13 agosto offriranno uno spettacolo davvero unico, sfrecciando luminose in un cielo completamente buio.

In realtà infatti non è la notte tra il 10 e l’11 agosto (San Lorenzo appunto) ad essere quella più “ricca” di stelle cadenti, ma quelle successive: tra l’11 ed il 12 agosto e tra il 12 ed il 13.

Il 2015 il fenomeno sarà ancora più eccezionale: grazie alla luna nuova non ci sarà, infatti, la luce del satellite terrestre a disturbare la vista delle Perseidi cadenti. Per vedere nuovamente qualcosa di simile bisognerà aspettare 3 anni, fino all’agosto 2018:

“Sebbene l’appuntamento più noto con le stelle cadenti sia quello della notte di San Lorenzo, il 10 agosto, il picco è atteso nella notte fra il 12 e il 13 agosto. […] Ma non bisogna stancarsi di aspettare e riprovare ogni notte, fino a quella fra il 12 e il 13 agosto”.

ha spiegato Paolo Volpini dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) all’Ansa. Come spiega la stessa Uai il radiante delle Perseidi, ossia il punto sulla volta celeste dal quale provengono le meteore, si trova nella costellazione del Perseo, verso Est. A scatenare lo spettacolo è l’incontro della Terra con i detriti della grande cometa Swift-Tuttle, che ogni 133 anni si spinge nella zona più interna del Sistema Solare. Quando i minuscoli granelli di polvere lasciati dalla cometa entrano nell’atmosfera terrestre, la attraversano alla velocità di oltre 200.000 chilometri l’ora, evaporando e lasciando l’inconfondibile scia luminosa. La nube di polvere della cometa è così vasta che la Terra impiega settimane per attraversarla e il picco delle meteore si raggiunge nel momento in cui la Terra arriva nel cuore della nube.

Altrettanto certo è che la vista di questo spettacolo è sempre più a rischio a causa dell’inquinamento luminoso sempre più invadente: secondo Upi Green, il Dipartimento di Ecologia e Green Economy dell’Università Popolare, l’inquinamento luminoso è in continuo aumento, soprattutto nelle città, ostacolando di fatto la visione delle stelle: per questo motivo è stata lanciata, proprio quest’anno, la campagna “Riaccendiamo le stelle, spegniamo gli sprechi energetici”.

Obiettivo della campagna è stimolare le amministrazioni pubbliche alla riduzione dell’inquinamento ottico e luminoso nonché all’eliminazione degli sprechi energetici degli impianti di illuminazione esterna di ogni tipo.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa