Seguici su

Animali

Toscana, pronta una legge sull’emergenza cinghiali, caprioli e daini

La Regione Toscana si è dotata di una legge che integra la normativa nazionale contro cinghiali, caprioli e daini.

Emergenza cinghiali Toscana

[blogo-video id=”160378″ title=”In Toscana una legge sull’emergenza cinghiali, caprioli e daini” content=”” provider=”askanews” image_url=”http://engine.mperience.net/cdn/static/img/tmnews/20151102_video_16300827.jpg” thumb_maxres=”0″ url=”20151102_video_16300827″ embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTYwMzc4JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PHNjcmlwdCB0eXBlPSJ0ZXh0L2phdmFzY3JpcHQiIHNyYz0iaHR0cDovL2VuZ2luZS5tcGVyaWVuY2UubmV0L0VuZ2luZVdpZGdldC9zY3JpcHRzL3dpZGdldF8xIj48L3NjcmlwdD48ZGl2IGNsYXNzPSJtcGVfd2lkZ2V0IiBkYXRhLW1wZT0ndHlwZT1wbGF5ZXJ8YXBwSWQ9MTl8dGFyZ2V0SWQ9MjAxNTExMDJfdmlkZW9fMTYzMDA4Mjd8cGxheWVyT3B0aW9ucz17ImF1dG9wbGF5Ijoibm9uZSIsImFkdlVSTCI6Imh0dHA6Ly9vYXMucG9wdWxpc2VuZ2FnZS5jb20vMi92aWRlby5ibG9nby5pdC9hc2thbmV3cy9wbGF5ZXJAeDUwIiwidXNlSW1hU0RLIjp0cnVlfSc+PC9kaXY+PHN0eWxlPiNtcC12aWRlb19jb250ZW50X18xNjAzNzh7cG9zaXRpb246IHJlbGF0aXZlO3BhZGRpbmctYm90dG9tOiA1Ni4yNSU7aGVpZ2h0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7b3ZlcmZsb3c6IGhpZGRlbjt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O30gI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE2MDM3OCAuYnJpZCwgI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE2MDM3OCBpZnJhbWUge3Bvc2l0aW9uOiBhYnNvbHV0ZSAhaW1wb3J0YW50O3RvcDogMCAhaW1wb3J0YW50OyBsZWZ0OiAwICFpbXBvcnRhbnQ7d2lkdGg6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDtoZWlnaHQ6IDEwMCUgIWltcG9ydGFudDt9PC9zdHlsZT48L2Rpdj4=”]

La Regione Toscana è la prima in Italia a dotarsi di una legge che integra la normativa nazionale per agire contro cinghiali, caprioli e daini anche quando sono solo una minaccia. Le autorità hanno ritenuto un rischio la presenza di 200mila caprioli, 200mila cinghiali e ottomila daini, e perciò hanno disposto l’abbattimento preventivo di alcuni di questi animali selvatici che minacciano le coltivazioni e la sicurezza stradale.

L’assessore all’Agricoltura Marco Remaschi ha spiegato che in Toscana c’è una densità di ungulati di quattro volte superiore alla media italiana e provoca danni all’agricoltura sempre più ingenti, avendo ripercussioni anche sui mercati, i prodotti e il livello occupazionale, inoltre provocano un aumento degli incidenti stradali.

La legge obiettivo scadrà dopo tre anni e il ministero dell’Ambiente vigilerà sulla sua applicazione.
Anche il sottosegretario Silvia Velo ha notato come la concentrazione di cinghiali in Toscana sia eccessiva e ha detto che questa Regione può fare da apripista anche nei confronti di altre Regioni e per un intervento di riadattamento della normativa nazionale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità