Sherlock, l’antifurto per la bici che non si vede

Dopo un anno di lavoro, il sogno di sei ragazzi torinesi di creare un antifurto in grado di rendere rintracciabile la propria bicicletta grazie a un trasponder nascosto nel manubrio è a un passo dal realizzarsi.

Sherlock – Find your Bike è stato lanciato a Londra venerdì 20 maggio contestualmente al lancio della campagna di crowdfunding su Indiegogo che in pochi giorni ha già raggranellato oltre 22mila euro da persone che hanno deciso di finanziare il prodotto.

Sherlock è lungo 132 mm e ha un diametro di 17 mm, una volta inserito nel manubrio della bicicletta, inizia a trasmettere la propria posizione e, grazie all’app per smartphone, consente di geolocalizzare la bici.

L’obiettivo del crowdfunding – che durerà un mese – è di raggiungere gli 80 mila euro.

Via | Sherlock Bike

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail