In Australia vietate le corse dei levrieri

L’Australia ha deciso di mettere al bando le corse dei levrieri a partire dal luglio 2017 dopo la pubblicazione di un rapporto, stilato da una commissione d’inchiesta, nel quale viene denunciato come il settore abbia partecipato e condonato il massacro di migliaia di cani sani ogni anno. Inoltre il rapporto ha reso noto come vengano utilizzate esche vive durante gli addestramenti.

Secondo i dati in possesso della commissione, negli ultimi 12 anni sarebbero stati uccisi fino a 68mila levrieri perché ritenuti non competitivi, una cifra pari al 50/70% di tutti i cani allevati per le competizioni.

La commissione ha chiarito come i funzionari del settore fossero consapevoli delle numerose pratiche illegali connesse al mondo delle gare dei levrieri, su tutte quella, abituale, di far correre i cani dietro a porcellini, conigli, gatti e opossum che venivano spesso sbranati.

Nelle gare gli animali si sfidano in circuito inseguendo un’esca artificiale.

In Australia le gare dei levrieri attraggono ogni anno mezzo milione si spettatori e il giro d’affari ammonta a 2,8 miliardi di euro. Il divieto nel New South Wales e nel territorio di Canberra sarà dunque un duro colpo per un settore che impiega attualmente 30mila persone.

Via | The Telegraph

  • shares
  • Mail