Punture e morsicature di insetti: cosa fare

D’estate si moltiplicano i casi di punture e morsicature di insetti, Ecco cosa fare per evitare spiacevoli inconvenienti

FRANCE-HEALTH-DISEASE-DENGUE-CHIKUNGUNYA-EU

Il caldo e l’umidità sono le condizioni ideali per la proliferazione degli insetti e, inoltre, nei mesi estivi, le persone tendono a muoversi di più e a fuggire verso il mare, la montagna e la campagna dove è più facile venire a contatto con gli insetti.

Le punture e le morsicature degli insetti possono provocare spiacevoli inconvenienti e, talvolta, possono veicolare delle malattie. Delle punture di api e vespe ci siamo già occupati in passato. Ecco, invece, quelle di altri insetti.

Le zecche e la malattia di Lyme (borreliosi)


La malattia di Lyme o borreliosi si trasmette attraverso le zecche, un piccolo acaro che si nutre del sangue dei suoi ospiti e che nell’osmosi con l’organismo umano può trasmettere la borreliosi di Lyme. La malattia si diffonde molto velocemente anche in Europa con decine di migliaia di casi in Austria, Slovacchia, Slovenia e Repubblica Ceca. In Italia sono stati registrati casi in Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e in Liguria. A provocare questa patologia è la Borrelia burgdorferi, un batterio spiraliforme che infesta le zecche.

Come prevenire questa malattia che provoca dolori, artriti e problemi a livello neurologico? Coprendosi con vestiti lunghi durante le escursioni nei boschi o in aperta campagna, verificando la presenza delle zecche dopo le uscite e staccando gli insetti con una pinzetta.

La puntura delle zanzare


La maggior parte delle zanzare presenti in Europa non causano malattie, ma solamente due spiacevoli conseguenze: l’insonnia dovuta al ronzio e il prurito causato dalle punture.

Fuori dall’Europa, invece, occorre prevenire la puntura che può causare malattie come la malaria, il dengue, la chikungunya e il zika che può causare una microcefalia nei feti.

Dai liquidi repellenti da spalmare sull’epidermide agli zampironi e ai diffusori da attaccare alle rete elettrica le soluzioni per respingere gli attacchi delle zanzare non mancano. Nei Paesi tropicali la soluzione della zanzariera è d’obbligo, la vaccinazione anti-malarica, invece, va valutata insieme al proprio medico visto che gli effetti collaterali dei farmaci possono essere molto debilitanti.

Ragni e scorpioni

Molto temuti, i ragni e gli scorpioni sono insetti molto timorosi che mordono o pungono solamente per difendersi. In caso di pericolo normalmente fuggono e devono essere messi veramente in pericolo per mordere qualcuno. I casi di ragni pericolosi in Europa sono praticamente nulli, quanto agli scorpioni la loro puntura è simile a quella di una zanzara. In alcuni casi, per esempio dopo la puntura del Buthus occitanus (lo scorpione giallo occitano), le conseguenze possono essere più serie con dolore. Se dopo il trattamento con ghiaccio e la disinfezione il dolore dovesse persistere dopo 24 ore è consigliabile contattare un medico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail