Volvo XC60 ibrida plug-in al Salone di Ginevra 2017

Volvo XC60 ibrida plug-in svelata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2017. Ecco foto e dettagli.

La Volvo XC60 ibrida plug-in rappresenta la novità della casa svedese al Salone di Ginevra 2017. Il nuovo modello, che verrà lanciato anche con motori diesel e benzina, va a sostituire la Volvo XC60, un modello che in 9 anni ha venduto in tutto il mondo quasi un milione di esemplari e rappresenta circa il 30% del fatturato globale di Volvo.

La nuova Volvo XC60 ibrida plug-in è equipaggiata con il motore a benzina ibrido plug-in di Volvo T8 Twin Engine: la potenza è di 407 CV mentre non sono stati comunicati dettagli sulla batteria al litio e sulle tipologie di ricarica. Probabile che la percorrenza in sola modalità elettrica arrivi almeno a 50 km, in linea con gli altri modelli e come abbiamo testato sulla Toyota Prius ibrida plug-in. Tra le caratteristiche spicca il nuovo sistema di climatizzazione quadri-zona CleanZone che elimina gli agenti inquinanti dannosi e le particelle provenienti dall’esterno immettendo nell’abitacolo solo aria pulita.

La nuova Volvo XC60 ibrida plug-in è dotata di diverse tecnologie avanzate: dalla frenata automatica per evitare collisioni fino a 60 km/h al controllo dello sterzo per ridurre il rischio delle collisioni frontali fino al sistema di monitoraggio dell’angolo cieco. Disponibile anche il Pilot Assist, il sistema semi-autonomo di assistenza alla guida di Volvo, in grado di gestire lo sterzo e la frenata fino a una velocità di 130 km/h.

La nuova XC60 entrerà in produzione ad aprile 2017 presso lo stabilimento Volvo di Torslanda, in Svezia. Prezzo di listino ancora da definire. Per avere un’idea, la Volvo XC90 ibrida costa circa 15.000 euro in più rispetto alle motorizzazioni diesel. L’attuale Volvo XC60 parte invece da 38.600 euro.

  • shares
  • Mail