Oltre un terzo degli italiani comprerebbero un'auto elettrica o ibrida

Secondo un sondaggio di Findomestic il 36% degli intervistati comprerebbe un veicolo elettrico o ibrido, solo l'8% un benzina.


trasformare auto elettrica


L'osservatorio mensile di Findomestic indaga sulla propensione all'acquisto degli italiani nei confronti delle auto elettriche e ibride e scopre che una rivoluzione verde potrebbe essere alle porte. Se oggi solo il 2,3% degli italiani guida un veicolo elettrificato, la prossima auto del 36% degli intervistati potrebbe tranquillamente essere verde.

Per la precisione il 27% si dice pronto all'auto ibrida, mentre il 9% si dice pronto all'auto elettrica. La voglia di auto a benzina crolla dal 42% ad appena l'8%. Regge un po' meglio il gasolio, passando dal 44% al 24%. In leggera crescita le auto a metano (dall'attuale 4% all'8%) e a Gpl (dal 10% al 12%).

L'attuale tendenza della maggior parte delle case costruttrici a puntare sui modelli elettrificati, quindi, sembrerebbe azzeccata. Anche perché dal sondaggio emerge anche che il 45% degli intervistati ritiene che l'auto elettrica sia la scelta più ecologica, anche se non la comprerebbe perché la ritiene ancora immatura. Ma è solo questione di tempo.


A frenare la diffusione delle auto elettriche sono i costi elevati (per il 31% del campione) e la mancanza di colonnine di ricarica (48% del campione). Secondo il 36% degli intervistati il Governo dovrebbe predisporre un piano di incentivi statali per le auto elettriche, agevolazioni economiche sull'assicurazione, sui pedaggi autostradali, sui parcheggi a pagamento (36%) e la cancellazione del bollo auto (21%).

Con la stessa indagine Findomestic ha indagato anche l'interesse degli italiani nei confronti della mobilità condivisa, del car sharing e di servizi come Uber. Solo il 15% degli intervistati li usa perché non ha l'auto vicino casa, i costi sono ancora elevati e non ci si può muovere tra un comune e l'altro.

Riguardo alle auto a guida autonoma, invece, secondo il 63% degli italiani sarebbero pronte al debutto sul mercato e il 52% si dice pronto a salire su un'auto a guida autonoma. Ma il 37% la guiderebbe solo in situazioni particolari, il 14% sempre perché pensa che sia un veicolo più sicuro.

  • shares
  • Mail