Seguici su

Biciclette

Bici o moto per andare a lavoro: 2 milioni di italiani dicono sì

Una ricerca Continental su dati Istat conferma la crescita del trend: gli italiani amano andare a lavoro in bici, e-bike o moto.

In Italia 1 milione e 819 mila persone si reca tutti i giorni sul posto di lavoro utilizzando la bicicletta, l’e-bike o la moto. I dati, elaborati dal centro studi Continental, fanno riferimento a una ricerca dell’Istat relativa alle modalità di spostamento degli italiani nel 2017.

Analizzando questi risultati emerge che negli ultimi anni, il numero di italiani che utilizza mezzi a due ruote per andare al lavoro è aumentato, un dato positivo ed incoraggiante che dimostra come, forse, la mobilità e la sensibilità dei cittadini stia cambiando.

In particolare: sono 922 mila coloro che si recano al lavoro in moto e 897 mila in bici (la ricerca non fa differenze tra biciclette tradizionali e bici a pedalata assistita).

La fascia d’età più vicina a questa abitudine è quella compresa tra i 45 e i 54 anni, con un impiego direttivo, una qualifica quadro o un lavoro da impiegati e per la maggior parte di trovano concentrati nel Nord Italia.
[img src=”https://media.ecoblog.it/f/f7b/andare-in-bici-o-in-moto-al-lavoro.jpg” alt=”andare in bici o in moto al lavoro” align=”center” size=”large” id=”177642″]
[related layout=”big” permalink=”https://ecoblog.lndo.site/post/177385/eicma-2018-tutti-i-mezzi-ecologici”][/related]

Il dato relativo a coloro che utilizzano la bicicletta, in particolare, è in tendenza con il successo di vendita che il 2017 ha fatto registrare per il mercato delle e-bike: nell’ultimo anno ne sono state vendute ben 148 mila, una cifra pari al 10% del totale delle biciclette vendute in Italia.

Un volume di vendite superiori del 48% rispetto a quello avuto nel 2016.

Il trend positivo che le bici a pedalata assistita stanno vivendo, sembra essere confermato anche dai tanti nuovi progetti presentati a EICMA 2018: segno che la mobilità sostenibile sta ora coinvolgendo anche il mercato e i suoi attori economici.

A cura di: Tommaso Marcoli

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità