Furgone elettrico Nissan per gelati green

Trasporti commerciali green per un gelato ancora migliore con il furgone elettrico messo a punto da Nissan in collaborazione con un produttore del Regno Unito.

Nissan ha svelato un van per gelati a zero emissioni in occasione del "Clean Air Day" del 20 giugno, nel Regno Unito. La casa giapponese ha collaborato con Mackie's of Scotland, un produttore di gelati che alimenta il suo caseificio familiare con l'energia rinnovabile del vento e dell'energia solare, per seguire un approccio che punta sul green.

La maggior parte dei furgoni gelato, in particolare i modelli più vecchi, hanno motori diesel che vengono mantenuti in funzione per alimentare le apparecchiature di refrigerazione. Questi propulsori sono criticati per le loro emissioni nocive, anche quando vengono lasciati al minimo. Alcune città del Regno Unito stanno assumendo dei provvedimenti restrittivi contro questi veicoli.

Il concept di Nissan rappresenta una potenziale soluzione per i fornitori che desiderano ridurre l'inquinamento, per offrire ai clienti un'esperienza migliore. La base per sviluppare il prototipo del van è stata fornita dall'e-NV200, il veicolo elettrico commerciale leggero di Nissan. Il risultato è un mezzo che combina una trasmissione a emissioni zero, lo stoccaggio della batteria di seconda generazione e l'uso di energia solare rinnovabile.

Se il motore del furgone è azionato da una batteria da 40kWh, l'apparecchiatura per il gelato a bordo è alimentata dalle nuove Nissan Energy ROAM, che saranno in vendita entro il 2019. Si tratta di alimentatori portatili che utilizzano celle agli ioni di litio recuperate dai primi veicoli elettrici del marchio, che forniscono una seconda vita sostenibile alle batterie.

Il van Nissan in esame può andare in elettrico per 124 miglia. Le due unità Nissan Energy ROAM hanno una capacità di stoccaggio combinata di 1,4 kWh e possono essere ricaricate da un'alimentazione di rete a 230V o dal pannello solare sul tetto del furgone.

  • shares
  • Mail