Riciclo nelle imbarcazioni: Amer Yachts punta su una fibra speciale

Amer Yachts sceglie la via dell'ecologia anche mediante l'uso di una fibra riciclabile che può concorrere alla causa dell'economia circolare e della salvaguardia ambientale.

L'economia circolare e il riciclo guadagnano un ruolo importante nell'universo nautico: Amer Yachts punta sulla fibra minerale di origine vulcanica Filava, a base di basalto arricchito, per ovviare all'annoso problema dello smaltimento della vetroresina.

Tutti sappiamo quanto il tema dei rifiuti e del loro trattamento sia delicato, oltre che di stretta attualità. Cercare di farne l'uso più intelligente è un dovere preciso verso l'ambiente, per regalare un presente e un futuro migliore a noi stessi e ai nostri figli.

Utilizzare la fibra minerale Filava, totalmente riciclabile, nella filiera produttiva del comparto nautico può essere la scelta giusta. Amer Yachts ha intrapreso questa nuova rotta per una nuova generazione di imbarcazioni sostenibili e riciclabili.

La road map è segnata: ENEA e Rina stanno certificando il nuovo materiale mentre il cantiere, in collaborazione con GS4C e gli stampatori, sta già progettando e realizzando una parte di componentistica non strutturale che sarà installata a bordo del prossimo scafo in costruzione.

Si partirà dal modello in vetroresina riciclata che verrà costruito in collaborazione con il Politecnico di Milano e Rivierasca (Glebanite), per passare allo stampo in Filava. L'utilizzo di questa fibra innovativa consentirà di recuperare tutti gli sfridi di produzione, riutilizzare il fine vita in modo assolutamente circolare, riciclando il composito a fibra vergine, senza abbassare le caratteristiche fisico-meccaniche.

La motorizzazione totalmente recuperabile ed una particolare cura nel costruire per disassemblare proietterà in una dimensione di costruzione nautica veramente eco-sostenibile.

  • shares
  • Mail