Volkswagen: a Zwickau la fabbrica di auto elettriche più grande d'Europa

Volkswagen avvia la sua conversione alla mobilità elettrica. A Zwickau inizia la produzione della ID.3 e si dà forma a uno stabilimento da record.

Ieri, in presenza della cancelliera tedesca Angela Merkel, è iniziata la produzione di serie della Volkswagen ID.3, nello stabilimento di Zwickau, che diventerà la fabbrica di auto elettriche più grande ed efficiente d'Europa.

Sul complesso della Sassonia il gruppo di Wolfsburg ha deciso di investire 1,2 miliardi di euro, per convertirlo totalmente alla nuova missione, facendone l'impianto del genere più esteso nel Vecchio Continente.

A Zwickau si prevede la costruzione di 100 mila auto elettriche nel 2020, mentre dal 2021 fino a 330 mila vetture di questo tipo prenderanno forma nella linea di assemblaggio. Volumi destinati ad aprire un ciclo, anticipando la trasformazione della produzione globale Volkswagen.

Nel futuro prossimo, 6 modelli di tre marchi del Gruppo prenderanno forma tra le sue mura, con benefici anche sul piano occupazionale nel territorio. Per gli 8 mila dipendenti sono stati previsti dei corsi di formazione, per accompagnarli al meglio nella sfida green.

I cicli di qualificazione prepareranno alla produzione dei veicoli elettrici e al lavoro con tecnologie ad alto voltaggio. Entro la fine del 2020, il personale di Zwickau avrà completato in totale 13 mila giorni di formazione, assicurando così il futuro dei posti di lavoro allo stabilimento della Sassonia.

  • shares
  • Mail