Boris Johnson conferma: solo elettriche in UK entro il 2030

Boris Johnson conferma i piani accennati poco dopo l'estate: nel Regno Unito entro il 2030 saranno in vendita unicamente vetture elettriche.

Auto elettriche

Il Regno Unito ha deciso: entro il 2030 si potranno acquistare unicamente nuovi veicoli elettrici. È lo stesso Boris Johnson a confermarlo alla stampa, sottolineando il raggiungimento di un accordo parlamentare per una proposta di legge già accennata poco dopo l'estate. Entro dieci anni, di conseguenza, i cittadini britannici potranno dire l'addio definitivo ai motori termici alimentari a benzina oppure a diesel.

Il Primo Ministro britannico ha già ribattezzato l'iniziativa come la "rivoluzione verde" del Regno Unito. Il piano prevede di anticipare, dal 2040 al 2030, la dismissione dei motori termici sia per il trasporto privato che per quello commerciale. Contemporaneamente, verranno avviati dei piani di investimento per favorire i cittadini in questa importante transizione.

Si parte con un primo investimento di 650 milioni di sterline per gli incentivi all'acquisto delle auto elettriche, seguito da 12 miliardi per sostenere l'intera industria. Dalla progettazione e la produzione di queste vetture fino all'implementazione su larga scala di colonnine di ricarica. Secondo le stime di Johnson, il progetto potrebbe portare alla creazione di 250.000 nuovi posti di lavoro. Così come specifica il Corriere della Sera, le somme potrebbero però risultare ristrette se paragonate a quelle di altri Paesi: Francia e Germania, ad esempio, hanno deciso di investire nella mobilità verde 30 e 40 miliardi di euro rispettivamente.

Negli obiettivi di Downing Street non vi sono solo le vetture elettriche, ma anche il sostegno a 360 gradi di una produzione di energia più pulita. Altri investimenti verranno stanziati per estendere impianti eolici su tutto il territorio, inoltre verranno avviati dei progetti pilota per lo sfruttamento dell'idrogeno. Non ultimo, il governo si è impegnato a piantare 30.000 ettari di alberi ogni anno.

Fonte: Corriere della Sera

  • shares
  • Mail