Seguici su

Inquinamento

Missioni spaziali più sostenibili, ci sono troppi rifiuti nello spazio

Bisogna fare presto poiché il numero dei rifiuti in orbita intorno al nostro Pianeta aumenta sempre di più e il rischio è la sindrome di Kessler

Un gruppo di esperti durante la 6 ° Conferenza europea dui rifiuti spaziali che si è tenuta a Darmstadt in Germania ha lanciato la richiesta di aiuto: puliamo lo spazio intorno l’orbita terrestre poiché ci sono troppo rifiuti. Infatti pezzi di satelliti, oggetti perduti da astronauti e ogni sorta di rifiuto spaziale gira intorno alla Terra come risultato di circa 4900 lanci effettuati dall’inizio dell’era spaziale a oggi. La rimozione dei detriti spaziali è un problema ambientale di dimensioni globali e deve essere valutato in un contesto internazionale, tra cui le Nazioni Unite.

Qualche cifra del possibile danno? Il costo di sostituzione per i circa 1000 satelliti attivi in orbita oggi è stimato pari a 100 miliardi di euro. L’impatto sull’economia complessiva, per la perdita di questi satelliti sarebbe dunque immensa.

Innanzitutto va chiarito che i costi di recupero dei rifiuti saranno certamente inferiori ai costi di perdita dei satelliti funzionanti.

Le missioni spaziali del futuro dovranno essere sostenibile, compreso lo smaltimento dei rifiuti una volta completate. Altrimenti vi è il concreto rischio che si verifichi la Sindrome di Kessler per con collisioni a catena e distruzione dei satelliti funzionanti. Dal 1978 il numero dei rifiuti intorno l’orbita terrestre è triplicato, avverte Heiner Klinkrad, direttore del dipartimento dei rifiuti spaziali all’ESA, e aggiunge che se il rilascio di rifiuti prosegue a questo ritmo entro un decennio rischiamo, a causa delle collisioni, di distruggere i satelliti funzionanti in orbita. Ma come ripulire lo spazio?

Con un progetto chiamato Space Clean tutto da inventare e costruire e la missione è già in fase di studio. Le missioni spaziali del futuro dunque potrebbero essere affidate a astronauti spazzini: resta da capire chi ci metterà i soldi.

Via | Le Point, ESA
Foto | ESA

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultime novità

Animali11 anni ago

Galline ovaiole ancora in gabbia: l’Europa ci mette in mora

All'Italia con altri 19 paesi membri arriverà una bella letterina di messa in mora, ossia una consistente multa per non...

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban, qui giace il protocollo di Kyoto

COP17, una lapide per il protocollo di Kyoto?

EcoComunicazione11 anni ago

Ecogeo l’app della Regione Piemonte geolocalizza servizi per l’ambiente

Una nuova app della Regione Piemonte per iPhone permette di conoscere la localizzazione di ecocentri, punti per l'acqua pubblica, colonnine...

Clima11 anni ago

EEA, la hit delle 191 industrie che inquinano di più l’aria in Europa

L'Agenzia europea per l'Ambiente ha stilato la classifica delle 191 industrie pesanti che inquinano l'aria: tra le italiane al 18esimo...

Animali11 anni ago

Bravo Napolitano che nomina Jane Goodall Grande Ufficiale della Repubblica Italiana

la signora delle scimmie jane goodall è stata nominata grande ufficiale della repubblica italiana dal presidente giorgio napolitano

Associazioni11 anni ago

Durban, Greenpeace spedisce una cartolina a Clini dal caos climatico

Una cartolina a Clini dal caos climatico

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Politica11 anni ago

Sballati e compost-i: a Napoli testano la diminuzione degli imballaggi

riducono gli imballaggi a napoli diffondendo la lista di negozianti che vendono prodotti leggeri

Clima11 anni ago

Conferenza sul clima di Durban: si discute di Kyoto o di economia?

protocollo di kyoto e cambiamenti climatici a Durban, ma si discute anche di economia delle emissioni

Inquinamento11 anni ago

Regione Puglia: i rifiuti saranno bruciati da nuovi inceneritori

sei nuovi impianti per l'incenerimento in Puglia, la regione sembra abbandonare ogni progetto di raccolta differenziata e riciclo

Foto & video11 anni ago

Natale, luminarie a LED sugli Champs-Elysées alimentate dal fotovoltaico

Miracolo del risparmio energetico e estetico sugli Champs-Elysées a Parigi per le luminarie natalizie

Politica11 anni ago

A Bari le Cartoniadi e a Capannori la Tia personalizzata: guadagnare soldi dai rifiuti

i comuni si attrezzano per guadagnare soldi dai rifiuti, coinvolgendo i cittadini in un araccolta differenziata molto intensa