Fukushima Daiichi

Un gravissimo terremoto a Sendai e T?hoku, il più forte degli ultimi 150 anni, devastò la costa est del Giappone l'11 marzo del 2012: secondo gli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) il sisma sarebbe stato 900 volte più violento di quello che ha colpito l’Aquila.

Dall'epicentro, localizzato in mare aperto, si propagò un'onda tsunami che colpì la costa, la cui forza travolgente uccise oltre 15mila persone; lo tsunami colpì anche la centrale nucleare della Tepco di Fukushima Daiichi: si verificò un'esplosione ad uno dei reattori della centrale ed il conseguente riversamento di materiale radioattivo in mare. Dal reattore si levò inoltre una colonna di fumo che coprì l'area circostante, per chilometri e chilometri. All'apice dell'evento fu raggiunto il 7 livello della scala INES, così come avvenne per Chernobyl.
A causa delle onde anomale si guastarono i sistemi di sicurezza di spegnimento dei reattori: fu dunque inevitabile l'incidente nucleare. In totale furono 4 gli eventi critici nella centrale, incidenti per i quali oggi si cerca ancora di fare una stima esaustiva delle conseguenze.

Oggi l'area nel raggio di 20km dalla centrale è stata completamente evacuata e non è possibile avvicinarsi se non dotati di tutte le più moderne misure di sicurezza: le bonifiche invece restano un grande punto interrogativo. Gli interventi poco efficaci ed intempestivi del governo giapponese e della Tepco, i numerosi tentativi di soffocare gli allarmi degli esperti e delle associazioni ambientaliste e il grave stato di radioattività in cui versa tutta l'area di terra e di mare attorno alla centrale fanno del disastro di Fukushima Daiichi uno degli eventi più tragici della storia moderna dell'energia nucleare.

Fukushima 5 anni dopo: la giustizia giapponese frena il rilancio del nucleare

Intanto ieri un giudice ha fatto chiudere due reattori nucleari a Takahama Continua...

Fukushima, nuova meta del “turismo delle catastrofi”

Circa duemila visitatori per vedere dal vivo effetti del disastro Continua...

Fukushima, Greenpeace effettua una ricerca sulle acque radioattive

La Ong ambientalista effettuerà una ricerca sulle acque radioattive di Fukushima. Continua...

Fukushima, il Governo giapponese riconosce un caso di leucemia dovuto all’incidente

Per la prima volta l'esposizione alle radiazioni del sito di Fukushima è stata giudicata ufficialmente responsabile... Continua...

Fukushima: gli abitanti di Naraha tornano a casa

La cittadina nei pressi della centrale danneggiata dallo tsunami dell’11 marzo 2011 revoca l’obbligo di evacuazione Continua...

Nucleare, Giappone: riapre il reattore n.1 di Fukushima

Domani riapre il reattore n.1 di Fukushima. Il premier Shinzo Abe esprime soddisfazione, mentre si susseguono le... Continua...

Fukushima 4 anni dopo, tornare o no? La valutazione del rischio

Timori della popolazione giapponese, che potrà tornare nelle zone contaminate dalle fuoriuscite radioattive della... Continua...

Fukushima, il governo revoca l'ordine di evacuazione di Naraha

7400 persone potrebbero tornare nelle loro case in settembre: ambientalisti contrari. Continua...

Giappone, Fukushima: 40 anni per smantellare la centrale e carenza di lavoratori

C'è carenza di lavoratori nelle operazioni di bonifica della centrale di Fukushima per raggiunto limite di esposizione... Continua...

Il riso di Fukushima torna a essere esportato

Da venerdì 22 agosto il prelibato riso Koshihikari verrà nuovamente esportato all’estero. Il governo, le... Continua...