Amianto: a Casale una piazza per le vittime, a Nole una via celebra l’asbesto

via-amianto-nole.jpg

Domani mattina, lunedì 6 luglio, alle ore 11, verrà inaugurata a Casale Monferrato, la città maggiormente colpita dal dramma dell’Eternit, un piazzale dedicato alle Vittime dell’Amianto. La commissione toponomastica della cittadina alessandrina, capofila nei due processi torinesi all’Eternit, aveva preso questa decisione nel marzo 2014 accogliendo la richiesta di un circolo ricreativo che durante gli anni di attività dell’Eternit ospitava gli operai della fabbrica di asbesto, tanto da essere stato ribattezzato informalmente Dopolavoro Eternit.

L’iniziativa di Casale Monferrato non è la prima in Italia: nel 2013, infatti, Siracusa aveva deciso di modificare la toponomastica di una via dedicata all’amianto, in una strada che onorasse le vittime del materiale cancerogeno.

Una strada che non è ancora stata intrapresa dal comune di Nole (To), dove continua a essere presente via Amianto, una strada che celebra il materiale che veniva estratto nella vicina cava di Balangero e lavorato in uno stabilimento del luogo.

Via | Repubblica

Foto | Google Street View

  • shares
  • Mail