Nasce Toyota Connected Europe, start up per nuove soluzioni di mobilità

Toyota lancia una nuova start up dedicata a sviluppare la mobilità connessa e condivisa in Europa: si chiama Toyota Connected Europe.


toyota connected europe mobilità connessa condivisa


La giapponese Toyota porta anche in Europa i suoi servizi di mobilità intelligente, connessa e (anche) condivisa. La nuova start up Toyota Connected Europe (TCEU) avrà sede a Londra e nascerà con un investimento iniziale di 4,5 milioni di sterline e da 35 a 50 dipendenti. Il CEO di Toyota Connected North America, Zack Hicks, sarà il Presidente anche della nuova società europea, mentre il vicepresidente di Toyota Motor Europe, Connected Car & Mobility, Agustin Martin, sarà AD.

Scopo della start up sarà quello potenziare gli attuali servizi Toyota di Telematica, Big Data e Mobility Service Platform per creare nuovi servizi per la mobilità. Uno dei mercati sarà quello della gestione della flotta per clienti, aziende ed enti governativi.

TCEU userà e potenzierà l'attuale piattaforma Mobility Services (MSPF) di Toyota, che altro non è se non un ecosistema cloud che "fornisce gli strumenti necessari per portare sul mercato servizi di mobilità tra cui il Ride Sharing, il Car Sharing e il Remote Delivery, nonché gestire le operazioni europee del Toyota Big Data Center".

Tradotto in termini più semplici: Toyota, come molte altre grandi aziende del settore automotive, si prepara a passare dal concetto di auto come bene di proprietà ad quello di auto come servizio. I brand automobilistici, in quest'ottica, non sono più solo produttori di automobili ma anche fornitori di mobilità o di tecnologie e servizi ad essa legati.

Quindi, in futuro, TCEU potrebbe lanciare un servizio di ride sharing, car sharing o remote delivery. Ma anche non farlo e limitarsi a sviluppare le tecnologie necessarie affinché partner terzi ne siano in grado. Ad esempio la già esistente Toyota Connected North America ha in atto partnership commerciali con Servco Pacific, Avis Budget Group, Amazon, DiDi, Mazda, Pizza Hut e Uber, e collabora con diverse compagnie di taxi in Giappone.

Toyota Connected North America a inoltre collaborato con Aioi Nissay Dowa Insurance Co per sviluppare la prima assicurazione automobilistica telematica specifica per le auto connesse basata sul comportamento alla guida.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO