Vaporetto contro gondola a Venezia muore turista: c'è troppo traffico in laguna

Muore un turista tedesco in laguna dopo o scontro tra una gondola e un vaporetto: c'è troppo traffico sulle vie del mare a Venezia

La Laguna di venezia è trafficata al pari di un autostrada: dalle enormi navi da crociera che entrano dritte in città fino alle piccole gondole a remi. Ma ieri questo traffico è stato fatale per un turista tedesco Joachim Vogel docente universitario alla facoltà di giurisprudenza dell'Università Ludwig Maximilians di Monaco di Baviera. Il turista era a bordo della gondola con la moglie e i 3 figli che percorreva la Linea 1, quella più frequentata poiché fa tutte le tappe turistiche. Il vaporetto al momento dell'impatto procedeva da Piazzale Roma a Piazza San Marco e aveva appena lasciato alle spalle il Ponte di Rialto.

Spiega a il Gazzettino Aldo Reato presidente del sindacato dei gondolieri detti anche bancali:
Abbiamo denunciato più volte questa situazione, c'è troppo traffico e i mezzi vanno troppo veloci ma nessuno ci ascolta.

Dal sindaco di Venezia all'Assessore all'Ambiente Gianfranco Bettin, al Governatore Luca Zaia, tutti ammettono che il traffico sopratutto all'altezza del Ponte di Rialto è troppo intenso e che vaporetti e gondole sembrano non bastare mai. Le frasi di circostanza ci sono tutte e anche la solidarietà alla famiglia del turista deceduto.

Giorgio Orsoni il primo cittadino di Venezia ammette:

Non nascondo che quello del crescente traffico di barche e vaporetti in Canal Grande è un problema reale e da affrontare. Sono molto addolorato per quanto è accaduto - dice -. È probabile ci sia stata una forte dose di fatalità, ma c'è anche un problema di regolazione del traffico, sempre più intenso, che deve essere ripreso in mano.

  • shares
  • Mail